Google conferma problemi con la batteria del campanello Nest, anche con la configurazione cablata – Immagine e suono – Notizie

Google conferma su una pagina di supporto che Nest Doorbell e Nest Cam hanno problemi a funzionare a temperature inferiori allo zero. Quando si blocca, la batteria non vuole più caricarsi, il che significa che alla fine deve essere portata all’interno per ricaricarsi.

Tra le altre cose, 9to5Google ha fatto nella notifica di gennaio problemi riscontrati dagli utenti. Se i dispositivi Google venissero lasciati al freddo, in alcuni casi si scaricherebbero entro 24 ore, non si caricherebbero al freddo nonostante il cablaggio elettrico e, una volta inseriti, si caricherebbero solo molto lentamente. Sicuramente lo svuotamento entro 24 ore è estremo: google bambino che il campanello può durare un mese con temperature più calde e molto utilizzo.

Secondo lo stesso sito Google ora ha un nuova pagina di supporto allestito, dove spiega i difetti dei prodotti. Il congelamento fa sì che le batterie non si carichino più, il che influisce sul Nest Doorbell, anche quando è collegato ai cavi domestici. In questa situazione riceve energia dalla rete elettrica di casa, ma prima va nella batteria e da lì il campanello trae la sua energia. Ciò garantisce che il campanello funzioni a secco al freddo gelido, anche se è cablato.

Presumibilmente, questo problema riguarda tutti i campanelli Nest. Vale a dire, è il Campanello Nest con batteria e il Campanello Nest collegato† Quest’ultimo era precedentemente noto come Nest Hello ed è la variante che può essere collegata al cablaggio del campanello esistente, ma in cui l’alimentazione passa prima attraverso la batteria. Nonostante la confusa “alimentazione di rete” nel nuovo nome, questo modello ha davvero un batteria di bordo

READ  DuckDuckGo presenta la versione beta del browser Mac in lista d'attesa - Informatica - Novità

Google segnala inoltre che anche la versione per esterni a batteria della Nest Cam ha questo difetto, ma con una sottile differenza. Se la videocamera è appesa all’esterno e cablata, l’alimentazione non va prima alla batteria, ma può andare direttamente alla videocamera. Di conseguenza, non si scarica e smette di funzionare, ma non può nemmeno ricaricare la batteria. Questo non è quindi un problema per gli utenti che hanno la fotocamera cablata in modo permanente. Gli utenti che si affidano esclusivamente alla batteria scopriranno che dura molto poco al freddo gelido. Infine: se si utilizza il pannello solare in dotazione, l’energia fluirà prima attraverso la batteria e quindi la telecamera si guasterà anche in caso di gelo.

Il problema è insito nelle batterie al litio e quindi non può essere risolto in questo modo. Nelle configurazioni in cui l’alimentazione CA passa prima attraverso la batteria, il problema è quindi permanente. Google lo ha già fatto l’anno scorso confermato che viene fornito con un campanello Nest di seconda generazione, senza batteria.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *