Ha trasformato i sogni in affari, che era l’imprenditore morto nell’incidente con la Ferrari

L’incidente è costato la vita a Giulio Braghieri

Dopo il diploma di maturità classica in Toscana, è andato a studiare all’estero negli Stati Uniti dove ha conseguito un diploma e un master in economia aziendale. Attivo nel sociale, noleggiava auto d’epoca

CALCINAIA. Era uno di quegli uomini capaci di coniugare passione personale e opportunità di lavoro. Non è una particolarità: certo, servono risorse e opportunità. Ma ci vuole anche la giusta disposizione, la caparbietà per prendere un’idea e realizzarla. Classy Car Rentals, agenzia di noleggio auto d’epoca, era proprio questo: un sogno che era passato dall’immaterialità delle idee e aveva preso forma. E questo, senza di lui, non sarebbe mai stato possibile.
Questa capacità di rendere le cose reali, una sorta di pragmatismo idealistico, arriva molto lontano nella storia di Giulio Braghierimorto nella sua Ferrari in un incidente d’auto lungo la Firenze Pisa Livorno.
Dopo aver completato gli studi secondari in Toscana, è andato a studiare all’estero. Direzione degli Stati Uniti. E lì ha conseguito la laurea e il master in amministrazione aziendale. Per essere precisi, un Master in International Management presso la Loyola Marymount University of California.

La chiamata da casa, però, è stata forte e dopo l’esperienza all’estero Giulio è tornato a casa. Siamo negli anni ’90 e la sua idea, come ricordano molti amici, era quella di contribuire a migliorare la sua città e la sua provincia con un contributo attivo.
Attivo nel sociale, Giulio è stato anche socio e fondatore del Lions Club Pisa Certosa, contribuendo ad attività benefiche.

«Tornato in Italia, ha iniziato la sua carriera nell’azienda di famiglia, Asso Werke di Fornacette, occupandosi delle vendite all’estero e costruendo con i clienti rapporti che andavano oltre il mero aspetto professionale», ricordano i due fratelli Carlo e Doria. Giulio ei suoi fratelli, era il maggiore, sono tra i più noti e stimati di Calcinaia e tra i più ricchi. Figli di Enrico Braghieri, scomparso nel 2013, e di Giuliana Ferrucci, sorella di Silvano Ferrucci, fondatore di Pistoni Asso, oggi Asso Werke.
Dopo alcuni anni di lavoro nel settore immobiliare, durante i quali ha guidato la realizzazione di unità immobiliari a Sant’Anna di Cascina, Giulio si è dedicato al settore delle auto d’epoca e di lusso. Ed è qui che passione e capacità imprenditoriale si incontrano.
Appassionato di motori, ha iniziato l’attività di noleggio auto d’epoca nel 2015, fondando Classy Car Rentals e ottenendo riconoscimenti per la professionalità e la gentilezza che lo hanno sempre contraddistinto tra i clienti italiani e soprattutto stranieri.

READ  Francesca Tocca e Valentin si sono lasciati, l'annuncio su Instagram

Giulio Braghieri con un amico

Auto noleggiate per matrimoni ed eventi, ma anche per eventi di auto storiche, come la Mille Miglia a cui partecipò anche lo stesso Giulio Braghieri.

La Ferrari distrutta contro la ringhiera

“Ricordiamo il carattere sensibile, solare e gioviale di Giulio nei confronti delle persone che incontrava e frequentava, aperto a tutti e sempre disponibile, grande sportivo e amante della vita, ed infine lavoratore instancabile”, scrivono i componenti della famiglia in un memoria commovente.
Giulio lascia la moglie Fabiola, la figlia Lavinia, la madre Giuliana e i fratelli Carlo e Doria, ma soprattutto lascia un grande vuoto nella comunità che ha sempre vissuto con intensità e amato con passione. –

TUTTI I DIRITTI RISERVATI

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *