I funghi dovrebbero essere esposti al sole per almeno 15 minuti prima di cucinarli, secondo la scienza

Indubbiamente buonissimi, buonissimi e molto ricercati in questa stagione, i funghi sono alimenti che si prestano a tante ricette. Versatili e gustosi, sono anche molto ricchi di proprietà. Infatti, non contengono grassi, sono a basso contenuto di calorie e contengono minerali e vitamine che rafforzano il nostro sistema immunitario. In particolare, oggi gli esperti di bag projection vogliono puntare sulla vitamina D che è presente anche nei funghi ma la cui quantità può variare a seconda di una particolare strategia. Cosa è?

I funghi dovrebbero essere esposti al sole per almeno 15 minuti prima di cucinarli, secondo la scienza. sto studiando

Una bella e interessante studio, appunto la “Fotobiologia della vitamina D nei funghi e la sua biodisponibilità nell’uomo” si è concentrata sul livello di vitamina D-2 presente in 70 grammi di funghi molto comuni acquistati nei supermercati. Era Mushroom Mushroom per essere esatti. Secondo i ricercatori, a seconda dell’esposizione al sole, i funghi contenevano, prima dell’esposizione diretta al sole, meno di 30 unità di vitamina D-2. L’esposizione al sole per soli 15 minuti dei funghi, invece, ha aumentato la quantità da circa 157 a un massimo di 754 unità. Questo, hanno sottolineato gli esperti, si verificherebbe anche in condizioni climatiche in cui il sole non è particolarmente forte. Stesso risultato, anche con tempo parzialmente nuvoloso. Pertanto, i risultati di questi test hanno dimostrato che l’esposizione al sole, anche per pochi minuti, aumenta notevolmente la quantità di vitamina D-2 contenuta nel fungo.

Per questo motivo si consiglia di lasciare i funghi alla luce diretta del sole prima di cuocerli. Un ottimo modo per renderli più ricchi di vitamina D che durerà anche dopo la cottura.

READ  "Focus Live!": Da Parmitano a J-Ax, una maratona della web science - Eventi, incontri e dimostrazioni, Libri, incontri e firmcopies, Riviste a Milano

Se “i funghi devono essere esposti al sole per almeno 15 minuti prima di cucinarli, la scienza dice” questo è stato utile al lettore, noi lo consigliamo anche “Ecco un cibo amato che non è sempre ben scelto“.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *