“I giocatori vogliono sapere a che punto sono”

“I giocatori vogliono sapere a che punto sono”

Avvocato del cazzo

Calcio NOSTRO

Dick Advocaat ha attaccato i decisori politici dell’ADO Den Haag. Lo ha fatto lunedì sera dopo la partita persa contro lo Jong Ajax (4-2), il che significa che gli spareggi sono decisamente fuori vista, davanti alla telecamera di ESPN.

“Molti giocatori hanno una famiglia e vogliono sapere se il loro contratto continuerà”, ha criticato il tecnico 75enne. “Se non funziona, dovrebbero essere in grado di cercare un altro club”.

L’avvocato, che sta dicendo addio all’ADO dopo questa stagione, ritiene che dovrebbe esserci più apertura nel club. “Non è solo ADO, ma le persone che pagano i soldi. E decidono anche loro. Speriamo che ora abbiano l’opportunità di raccontare tutto. Ora sappiamo che non faremo più i playoff, quindi racconta la storia…”

prossima stagione

“Ora devono concentrarsi sulla prossima stagione. Speriamo che non vengano commessi gli stessi errori di quello che è successo adesso”, continua.

“Non senti e vedi più i decisori di America, Spagna e Inghilterra. Puoi sentire che i giocatori vogliono sapere a che punto sono. Sono passate tre o quattro settimane senza sentire nulla. Penso che peccato”. Non ho sentito niente per quattro settimane. Sono d’accordo, ma fai sapere alle persone che hanno bisogno di sapere.

L’avvocato però non si pente di essere succeduto lo scorso inverno a Dirk Kuijt, esonerato. “Non me ne pento, non posso biasimare i ragazzi per non averci provato. Ci è mancata solo la qualità in questa stagione”.

READ  "L'alcol è consentito, le persone LGBT non sono perseguite" durante i Mondiali in Qatar

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *