Il candidato di destra Éric Zemmour paga a caro prezzo l’adorazione di Putin | All’estero

La guerra in Ucraina è “un incubo” per Eric Zemmour, ha detto ai media francesi un membro del suo team di campagna. Il candidato alla presidenza ha condiviso il secondo posto nei sondaggi di quindici giorni fa con i suoi concorrenti di destra Marine Le Pen e Valérie Pécresse. Nel sondaggio dell’istituto d’opinione Ifop, tutti e tre erano al 16%. Da quando Vladimir Putin ha invaso l’Ucraina, “The Z” è sceso al 12,5%.

Punizioni

Le precedenti dichiarazioni sul presidente russo e sulle sue intenzioni sono tornate come un boomerang. Zemmour ha detto a dicembre che era sicuro che Putin non avrebbe attaccato l’Ucraina. Condanna il raid, ma si oppone alle sanzioni imposte a Mosca e alle consegne di armi al presidente ucraino Volodymyr Zelensky. È anche accusato di una dichiarazione del 2018, quando ha affermato di “sognare un Poutine francese”.

Per rimanere coerente – secondo Zemmour l’immigrazione è la causa di tutti i problemi in Francia – il candidato ha dichiarato che i rifugiati ucraini non sono i benvenuti per quanto lo riguarda. Durante una campagna elettorale a Tolone domenica, ha cercato di attenuare questa posizione. Il leader di Reconquete! ha anche annunciato lì che Marion Maréchal, la nipote di Marine Le Pen, sta disertando per il suo partito. Ma la domanda è cosa accadrà: anche se è popolare tra gli elettori di destra, alla fine si tratta solo di lei.

macrono

Emmanuel Macron continua a salire nel sondaggio Ifop. Aveva alle spalle un quarto degli elettori, ma ora ha raggiunto il 30%. I francesi sono contenti delle sue azioni e preferirebbero vederlo negoziare al Cremlino piuttosto che a Marine Le Pen.

READ  "Alzalo", le sputa in faccia e gli strappa un occhio - Libero Quotidiano

Sebbene abbia visitato il presidente russo nel 2017, Le Pen non è tanto una fan di Putin quanto Zemmour. Ha subito detto che gli ucraini sono i benvenuti in Francia. Il suo ex amante Louis Aliot, sindaco della città di Perpignan, nel sud della Francia, ha raccolto dozzine di rifugiati in autobus al confine polacco-ucraino.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.