Il capo della NATO avverte che la guerra può degenerare in un conflitto più ampio: “Se va male, può andare male” |  All’estero

Il capo della NATO avverte che la guerra può degenerare in un conflitto più ampio: “Se va male, può andare male” | All’estero

Jens Stoltenberg, segretario generale dell’alleanza militare, teme che i combattimenti in Ucraina possano degenerare in una guerra tra Russia e NATO. “Se va male, può andare male”, ha detto all’emittente norvegese NRK.

Secondo Stoltenberg, una vera e propria guerra con la Russia è sicuramente una possibilità. “È una guerra terribile in Ucraina. Il conflitto potrebbe trasformarsi in una grande guerra tra NATO e Russia”, ha detto il capo della NATO durante l’intervista di venerdì. “Stiamo lavorando ogni giorno per impedirlo”.

Stoltenberg, anche lui ex primo ministro della Norvegia, sottolinea l’importanza di prevenire un conflitto “che coinvolga più paesi in Europa e si trasformi così in una vera e propria guerra in Europa”.

Il Cremlino ha ripetutamente accusato gli alleati della NATO di essere una parte de facto del conflitto fornendo armi all’Ucraina, addestrando truppe ucraine e fornendo informazioni militari per attaccare le forze russe.

In commenti separati tramite collegamento video ai capi della difesa e della sicurezza di diversi paesi ex sovietici, Putin ha nuovamente accusato l’Occidente di usare l’Ucraina come strumento contro il suo paese.

“Per molti anni, l’Occidente ha sfruttato e prosciugato spudoratamente le sue risorse, ha incoraggiato il genocidio e il terrore nel Donbass e ha trasformato il Paese in una colonia”, ha affermato. “Ora l’Occidente sta cinicamente usando il popolo ucraino come carne da macello, come un ariete contro la Russia, continuando a fornire all’Ucraina armi e munizioni, inviando mercenari e mettendola su una pista suicida”.

Gli ucraini, da parte loro, affermano di lottare per la libertà contro un intruso e aggressore indesiderato.

Putin, un bicchiere di champagne in mano: “Sì, stiamo attaccando le infrastrutture energetiche ucraine”

READ  "Una palla di fuoco, porte e finestre aperte". Dove è successo - Libero Quotidiano

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *