Il fantastico retroscena del Manchester United

Il crocevia della vita, il porte scorrevoli del destino hanno percorsi misteriosi. Chi vincerebbe il Pallone d’Oro nel 2008 ma anche nel 2016 e nel 2017 lo so Cristiano Ronaldo non era stato sfidato … ad andare al circo? La provocazione arriva direttamente da uno sfondo rivelato da Rio Ferdinand, ex compagno di squadra portoghese all’epoca Manchester United. Secondo l’ex difensore dell’Inghilterra, il Mentalità CR7 est “uno dei più forti mai visti” ma è stato un episodio accaduto all’inizio della sua esperienza in Inghilterra per contribuire a modellarlo ulteriormente. “È venuto qui da ragazzo e se n’è andato da uomo “.

Il disaccordo con van Nistelrooy

Sarebbe successo tutto a causa di un disaccordo con Ruud van Nistelrooy, all’epoca titolare dell’attacco di Red Devils a Sir Alex Ferguson. Sembra che il numero 10 olandese fosse così stufo che Ronaldo non potesse servirgli un cross che è stato in grado di consigliarlo. “unisciti a un circo”. A quel tempo, il giovane portoghese godeva di un “intrattenere la folla” mostrare suggerimenti e abilità di freestyler. “Ruud era l’uomo unito all’epoca. Era quello che ha segnato tutti i gol. – ricorda Rio Ferdinand – Eravamo in allenamento, Ronaldo faceva giri mentre Ruud correva in zona. Cristiano non gli ha passato la palla e Ruud è impazzito. “Dovrebbe essere nel circo, non sul campo”, le gridò. Ronaldo è rimasto scioccato “.

Guarda la gallery

Top 11 Serie A: ecco la migliore formazione del girone di andata

Cristiano Ronaldo, la svolta

“Aveva 18 o 19 anni all’epoca – sottolinea Rio Ferdinand – Alcuni avrebbero perso la fiducia ma Ronaldo sapeva che Ruud poteva avere ragione e da quel momento si è concentrato solo su numeri, statistiche e obbiettivo. I compagni di squadra hanno preso in giro van Nistelrooy. “Gli abbiamo detto di togliere il microfono di Ronaldo e di dire ‘Non sei il vero numero 7 dello United, sono qui George Best e Beckham. L’olandese ha lasciato lo United nel 2006 per recarsi Real Madrid e da lì Cristiano Ronaldo è diventato CR7.

“CR7 è il migliore al mondo”

“A proposito di mentalità, non conosco un giocatore più forte e determinato con cui ho condiviso lo spogliatoio – ammette Ferdinando – Era anche ossessionato dal vincere un allenamento e segnare l’ultimo gol “. Da allora, il 35enne Juventus è diventato uno dei più grandi campioni della storia del calcio e Ferdinand ammette che il suo ex compagno di squadra ha lasciato ilOld Trafford come il migliore. “È successo che era solo un bambino e se n’è andato come il miglior giocatore del mondo”.

La gioia di Ronaldo votato giocatore del secolo a Dubai

Guarda la gallery

La gioia di Ronaldo votato giocatore del secolo a Dubai

READ  "Vale la pena battere la Juventus"

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *