Il pericolo per Johnson incombe su entrambe le parti nelle elezioni di medio termine

Tiverton è una di quelle pittoresche cittadine che punteggiano la campagna del Devon. Questo collegio lo è vero blu conservatore† Per cento anni, Tiverton ha costantemente votato per i candidati del Partito conservatore.

Ma anche questa tranquilla cittadina ribolle e soffoca durante le elezioni di medio termine. La rabbia per i drink del lockdown a Downing Street è ancora palpabile. Quella frustrazione è cresciuta solo quando il parlamentare Tory di Tiverton, Neil Parish, è stato lui stesso coinvolto in uno scandalo.

Parish si è dimesso dopo che colleghe lo hanno sorpreso a guardare porno sul suo telefono alla Camera dei Comuni. Oggi i cittadini di Tiverton scelgono il suo successore. I conservatori rischiano di perdere il seggio a favore del partito liberaldemocratico di opposizione. Sarebbe un duro colpo in tempi normali, ma ora non è inconcepibile.

Molti residenti di Tiverton, compresi i fedeli elettori conservatori, hanno avuto problemi con il primo ministro Johnson. “Non credo che Boris sopravviverà alla fine dell’anno. Spero di no perché non merita questo lavoro”, ha detto l’elettore Ian McCauley. “Qualunque cosa pensiate delle sue idee, la sua condotta da sola lo rende inadatto alle più alte cariche.

Johnson minaccia anche di perdere Wakefield

Queste non sono le uniche elezioni che si svolgono oggi nel Regno Unito. 400 chilometri a nord, anche i residenti della città di Wakefield stanno eleggendo un nuovo parlamentare. Il deputato conservatore in carica Imran Ahmad Khan è stato espulso dal partito dopo essere stato ritenuto colpevole di aver aggredito sessualmente un minore.

Wakefield è un’ex città industriale nella contea dello Yorkshire che non si è mai ripresa del tutto dalla chiusura delle sue fabbriche tessili e delle sue miniere di carbone. Era uno di quelli tipici muro rosso-distretti dell’Inghilterra centrale e settentrionale che Johnson ha vinto così sorprendentemente nel 2019.

READ  monopolio di merda - Time

Tradizionalmente, questa città operaia era una roccaforte in cui il Labour aveva sempre il controllo. Ma la Brexit ha cambiato tutto. Nel 2016, due terzi degli elettori di Wakefield hanno votato per la Brexit. Tre anni dopo, i conservatori vinsero qui le elezioni alla Camera dei Comuni. Era la prima volta dal 1931 che il partito di Johnson vinceva quel collegio elettorale.

Rabbia e frustrazione

Nel 2022, i Tories minacciano di perdere nuovamente Wakefield. Anche qui rabbia e frustrazione sono palpabili. Non così sicuro porta della festa, ma piuttosto sulla crescente povertà e sull’impennata dei prezzi di cibo, elettricità e carburante. È proprio nelle città povere come Wakefield che crisi del costo della vita duro. I sondaggi d’opinione mostrano che i Tory si stanno dirigendo verso una pesante sconfitta a Wakefield.

Il pericolo di Boris Johnson, ad esempio, viene da due direzioni: minaccia di perdere elettori nelle città rurali come Tiverton, nel sud, dove vivono i tradizionali sostenitori dei Tory; e nei collegi elettorali dell’Inghilterra settentrionale come Wakefield, dove i Tory avevano attratto nuovi elettori.

La posizione di Johnson è fragile

Cosa significa questo per la posizione di Boris Johnson? La perdita di due seggi non intacca così tanto la sua influenza parlamentare. Ha una grande maggioranza di 80 seggi alla Camera dei Comuni. Inoltre, i risultati delle elezioni suppletive sono generalmente un indicatore scarso delle possibilità del partito al governo di elezioni alla Camera dei Comuni, previste entro i prossimi due anni.

Eppure queste elezioni di medio termine non avrebbero potuto svolgersi in un momento peggiore. Dopo porta della festa La maggior parte dei britannici vuole che Johnson esca, sondaggio dopo sondaggio. Le cose stanno brontolando nel gruppo conservatore, dove una consistente minoranza ha votato a favore di un voto di sfiducia poche settimane fa. Allo stesso tempo, si stanno accumulando nuvole più scure sull’economia del Regno Unito. La Banca d’Inghilterra stima che l’inflazione raggiungerà l’11% quest’anno.

READ  Stati Uniti, agente di polizia di Chicago uccide un ispanico di 13 anni in "Gun Showdown"

“Queste elezioni suppletive mostrano quanto sia debole l’autorità del Primo Ministro”, ha affermato il politologo Tim Bale della Queen Mary University di Londra. Non si aspetta che la perdita di quei due collegi elettorali comporti le dimissioni immediate di Johnson. Ma: “Porterà a crescenti dubbi sulla sua posizione di Primo Ministro”.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.