Il posto più felice del mondo, Disney World, rischia di perdere il suo status speciale in Florida

Il Walt Disney World Resort rischia di perdere il suo status speciale nello stato americano della Florida. La maggioranza del parlamento ha votato a favore di una legge che costringerebbe l’azienda a pagare più tasse. Sullo sfondo c’è la posizione in cui ha l’azienda la rigida legge di genere che è stato appena adottato.

Solo il governatore repubblicano conservatore Ron DeSantis non ha ancora firmato il disegno di legge. Fatto ciò, la legge entrerà in vigore nel giugno 2023.

Regole proprie

Il posto più felice della terra, Il posto più felice della terra. Questo è anche il nome del parco divertimenti vicino a Orlando, in Florida. L’azienda non paga quasi tasse, ma controlla in gran parte il territorio di 11.000 ettari.

Nel 1967, il governo statale ha concesso questo status all’azienda. Ciò significa, tra le altre cose, che la Disney può emettere obbligazioni e avere le proprie utenze e servizi di emergenza, come i vigili del fuoco. La Disney può anche stabilire piani di zonizzazione e costruire infrastrutture di propria autorità.

In questo modo, la Disney in Florida è stata in grado di diventare uno dei maggiori datori di lavoro privati. Con 50 milioni di visitatori all’anno, l’azienda è anche il parco divertimenti più grande e visitato del mondo.

Ma una maggioranza di 70-38 nella legislatura della Florida ora vuole che lo status speciale finisca. Con la legge diventa Distretto di miglioramento di Reedy Creekcome viene chiamato il “governo Disney”, fu abolito.

Argomento sulla legge di genere

READ  Il delfino bianco viene portato fuori dall'acqua della Senna e trasferito nel bacino | All'estero

Ufficialmente è perché il parlamento vuole che l’azienda paghi più tasse, ma sullo sfondo ci sono altre questioni che vanno contro la gamba dolorante della maggioranza repubblicana conservatrice in parlamento.

Alla fine del mese scorso, il governatore DeSantis ha firmato il cosiddetto popular non dire gaylegge, che vieta alle scuole di discutere di genere o orientamento sessuale con i bambini piccoli. La Disney si è recentemente espressa contro la legge, anche se sotto pressione. Inizialmente, la società non ha commentato questo, ma quando è stata criticata dal personale LGBTI e altri, la Disney ha comunque condannato la legge.

La Disney ha annunciato, tra le altre cose, che avrebbe smesso di donare ai politici della Florida. Ciò ha portato a una tempesta di critiche da parte dei quartieri repubblicani della Disney.

“Se la Disney vuole discutere, ha scelto quella sbagliata”, ha detto il governatore DeSantis. “Sono stato eletto governatore per mettere al primo posto il popolo della Florida. E non permetterò a nessuno… svegliati Una società californiana gestirà il nostro stato”.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.