Il presidente palestinese interrompe i contatti con Israele dopo l’operazione militare nel campo profughi |  All’estero

Il presidente palestinese interrompe i contatti con Israele dopo l’operazione militare nel campo profughi | All’estero

Lunedì il presidente palestinese Mahmoud Abbas ha interrotto tutti i contatti con Israele. Lo ha fatto dopo che le forze israeliane hanno lanciato un’importante operazione nei pressi del campo profughi palestinese di Jenin, nella Cisgiordania occupata. Sarebbe la più grande operazione militare in questa regione da oltre 20 anni.

Gli israeliani vedono il campo profughi come una roccaforte dei terroristi e compiono regolarmente raid. Circa 14.000 rifugiati vivono l’uno vicino all’altro e ci sono molti gruppi militanti.

Durante la notte, da domenica a lunedì, Israele ha dispiegato nell’area centinaia di soldati che si sono impegnati in scontri a fuoco. Almeno otto palestinesi sono stati uccisi. Secondo i rapporti palestinesi, anche circa 50 persone sono rimaste ferite. Le condizioni dei dieci feriti sono critiche. L’esercito israeliano sta inoltre effettuando attacchi aerei su Jenin, nel nord della Cisgiordania.

In risposta, Abbas ha interrotto i contatti e i colloqui sulla sicurezza con Israele, ha riferito l’agenzia di stampa Reuters sulla base di una dichiarazione del suo ufficio. La decisione sarebbe stata presa dopo aver consultato altri membri del suo governo. Abbas ha anche interrotto i colloqui con Israele in diverse occasioni.

Il presidente palestinese Mahmoud Abbas.
Il presidente palestinese Mahmoud Abbas. © ANP/EPA

“Potrebbero volerci giorni”

Le forze israeliane hanno riferito lunedì scorso che l’operazione a Jenin potrebbe continuare per giorni. “Potrebbero volerci ore o giorni. Siamo concentrati sui nostri obiettivi “, ha detto un portavoce dell’esercito. Secondo quanto riferito, gli israeliani hanno lanciato il grande raid, poiché il numero di attacchi palestinesi è aumentato nelle ultime settimane. Si ritiene che l’obiettivo dell’operazione includa un deposito Secondo il governo della città di Jenin , gli israeliani sono entrati nel campo profughi con i bulldozer e hanno interrotto l’approvvigionamento idrico.

READ  John McAfee trovato morto in carcere a Barcellona: oggi il tribunale ha avuto l'autorizzazione per estradarlo negli Stati Uniti. Fonti: "Ipotesi suicidio"

Due settimane fa, anche tre palestinesi sono stati uccisi vicino a Jenin, poi da un attacco di droni israeliani. Il conflitto israelo-palestinese ha causato quest’anno la morte di 182 palestinesi, 25 israeliani, 1 ucraino e 1 italiano, secondo un conteggio dell’agenzia di stampa AFP.

Israele ha occupato la Cisgiordania dal 1967. Centinaia di migliaia di coloni israeliani ora vivono in insediamenti illegali secondo il diritto internazionale. La CNN la definisce la più grande operazione militare israeliana a Jenin dal 2002.

Nuvole di fumo su Jenin.
Nuvole di fumo su Jenin. ©AFP

Un giovane palestinese a Jenin sventola la bandiera palestinese.
Un giovane palestinese a Jenin sventola la bandiera palestinese. ©AFP

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *