Inter, gesto di Barella: “Dopo la partita è andato negli spogliatoi di Brych a…”

Perdere Nicolò agli ottavi di finale sarebbe un grosso problema e ridurrebbe notevolmente le possibilità di un turno di successo.

In queste ore l’Inter tiene ancora il palco cartellino rosso ricevuto da Nicol Barella nella partita di Champions League contro il Real Madrid. Il centrocampista ha subito una brutta reazione contro Eder Militao ed è stato espulso prematuramente dall’arbitro Brych. Sono gli ultimi, secondo il Corriere dello Sport: “L’Inter spera che Brych non eserciti troppa pressione sul pugno che il centrocampista ha sferrato da terra alla gamba del brasiliano. Dal filmato televisivo, il gesto sembra istintivo, non -violento, o perlomeno non fa alcun danno perché non sembra nemmeno voler firmare.

Anche se questa è ancora una reazione, lo è comunque e il rischio di due turni di stop è reale. Al termine della gara, Barella è stato accompagnato dal team manager Tagliacarne negli spogliatoi dell’arbitro per scusarsi. Un pentimento che denota l’intelligenza e che il giocatore del Cagliari aveva già avuto nei confronti di Inzaghi, dello staff tecnico e dei compagni. Il danno non è dovuto alla partita contro il Real, che difficilmente l’Inter avrebbe ribaltato anche se non fosse rimasta in inferiorità numerica, ma in vista del futuro. Perché perdere Nicolò per gli ottavi di finale sarebbe un grosso problema e ridurrebbe notevolmente le possibilità di un girone vincente”.

READ  Calciomercato Milan, Donnarumma shock | Richiesta soddisfatta

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *