Inter-Juve, Szczesny tra colletti verdi, auto, spogliatoi e Allegri

Le regole per il polacco, che non può stare con i compagni senza un super pass verde. Ma all’interno dello stadio vale il protocollo sportivo. I tempi per l’arrivo della certificazione e dell’Udinese ignoti

Wojciech Szczesny è un “no Max”: escluso da Allegri per problemi con il vaccino. Allenatore della Juve ieri in conferenza stampa ha aperto un file inimmaginabile: “Perin sta suonando perché Tek arriverà all’ultimo momento, poiché è necessario seguire un protocollo ben definito. Tek è l’ultimo ad essere vaccinato ma non ha il pass verde fino a dopodomani. Quindi sarà in panchina. Perin è calmo e sereno, sono contento delle partite. “Prima domanda: potrebbe giocare Szczesny? Potrebbe. Semplicemente, non può viaggiare con la squadra e dormire in hotel con i suoi compagni di squadra. Vediamo cosa sta succedendo.

Un decreto-legge del 30 dicembre 2021 ha introdotto nuove regole per il pass verde e la quarantena, valide dal 10 gennaio. Il cambiamento ha avuto un effetto anche sugli sport di base e ad alte prestazioni. Vediamo il caso degli atleti professionisti, nel caso specifico di chi giocherà Inter-Juve. I giocatori con almeno una vaccinazione, effettuata per almeno 15 giorni, saranno regolarmente in campo. Szczesny è un’eccezione perché ha fatto la prima dose soltanto tra la fine del 2021 e questi primi giorni di 2022. Di conseguenza, può giocare presentando un tampone negativo – e qui non ci sono problemi – ma non può condividere pullman e albergo con i gli amici. Ecco perché ieri sera ha dormito a Torino e oggi arriverà allo stadio con un’auto a lui dedicata. Allo stesso modo, dopo la partita, tornerà a Torino in proprio. Nessun problema invece per quanto riguarda l’utilizzo degli spogliatoi e la location, i suoi luoghi di lavoro. Tek può giocare liberamente e farsi la doccia con i compagni di squadra per la sua qualifica di calciatore professionista, che esercita la sua attività professionale in campo. Insomma, sarà a disposizione regolarmente ma Allegri, tenendo conto (anche) della particolarità della sua giornata, ha scelto di mandarlo in panchina nonostante l’ottimo momento di forma. Perin ha fatto bene finora. Tre partite, tutte allo Stadium, con un buon equilibrio: due vittorie con Fiorentina e Sampdoria, netta sconfitta contro il Sassuolo: parata difficile contro Berardi e nessuna colpa per i due gol realizzati.

READ  Champions League, Real Madrid-Chelsea 1-1: Benzema raggiunge Pulisic e salva Zidane | Nuovo

Sabato l’Udinese

Szczesny potrà riprendere la vita di gruppo con i suoi compagni due settimane dopo la prima vaccinazione. Nei prossimi giorni, quindi, capiremo cosa accadrà sabato per Juve-Udinese, anche se il polacco sembra essere il favorito per la porta. Anzi, anche se i quindici giorni non fossero trascorsi, potrebbe approfittare del calendario, che gli propone una partita casalinga: a Torino è molto meno complicato evitare l’abbandono e presentarsi allo stadio per la partita. Resta da capire, se così fosse, cosa prevede il protocollo Allegri: alla fine, però, è lui a decidere.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *