Jakobsen gli prende la mano e chiama davanti allo spettatore in piena corsa

Jakobsen gli prende la mano e chiama davanti allo spettatore in piena corsa

IL NOSTRO Ciclismo

Fabio Jakobsen è scampato a un incidente potenzialmente grave nella tappa finale del Tour argentino di San Juan.

Mentre l’olandese scattava a tutta velocità per la vittoria di tappa, ha sfondato i guardrail con la testa contro il braccio teso di uno spettatore. Aveva un telefono in mano, che ha fatto cadere gli occhiali da corsa dalla faccia di Jakobsen.

Miracolosamente, Jakobsen è sopravvissuto e ha tagliato il traguardo secondo dietro al vincitore Sam Welsford (DSM).

Era diverso due anni fa lungo le barriere di protezione del Giro di Polonia quando Jakobsen cadde all’arrivo, finì in coma artificiale con gravi ferite e rimase fuori per molto tempo.

“Finale strano”

“Non è il risultato che speravamo, ma fortunatamente Jakobsen è rimasto intatto in questo bizzarro finale”, ha detto Quick-Step, squadra di Jakobsen, su Twitter dopo il traguardo.

La vittoria assoluta al Giro di San Juan va a Miguel Angel López.

La fase finale non è stata la fase più difficile. Con 112 chilometri di giri, ma senza veri e propri tornanti a San Juan, lo scenario era già tracciato in anticipo: uno sprint. Ciò non ha impedito a molti corridori di cercare fortuna. Il gruppo ha preso la fuga a 10 chilometri dal traguardo.

Remco Evenepoel, il campione del mondo, ha poi squittito con Quin Simmons. La mossa ha sorpreso le squadre sprint, che hanno finito per accorciare a fatica il gap.

READ  Gol De Ligt aiuta il Bayern a superare lo Stoccarda, Monaco di nuovo in vantaggio

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *