Joe Biden afferma che gli Stati Uniti puniranno gli aggressori di Kabul

Il presidente degli Stati Uniti Joe Biden ha tenuto un discorso alla Casa Bianca giovedì sera per un commento il grave attentato davanti all’aeroporto di Kabul dall’ISIS, in cui sono stati uccisi 13 soldati statunitensi e almeno 72 civili afgani secondo gli ultimi rapporti. Biden ha celebrato i soldati caduti come “eroi” che disinteressatamente si sono impegnati “in una pericolosa missione per salvare la vita degli altri”, quindi, rivolgendosi agli autori dell’attacco, Egli ha detto:

“Non perdoneremo. Non dimenticheremo. Ti daremo la caccia e ti faremo pagare”

Biden ha aggiunto che gli Stati Uniti “risponderanno con forza e precisione a tempo debito”, quando e dove vorranno, e ha promesso di “salvare” tutti gli americani che sono in Afghanistan e che vogliono lasciare il Paese.

Biden ha affermato che come presidente si assume la responsabilità di “tutto ciò che è accaduto”, ma ha continuato a difendere la sua decisione di ritirare le truppe statunitensi dall’Afghanistan: “Avevo solo un’alternativa: rimandare migliaia di altri soldati in Afghanistan”.

L’attentato ha colpito un’area alle porte dell’aeroporto di Kabul, particolarmente popolata da persone che da giorni tentano di varcare controlli e varchi per salire a bordo di uno degli aerei militari impegnati nell’evacuazione di stranieri e afgani dall’Afghanistan. L’attentato è stato rivendicato dall’ISIS-K, la divisione afghana dell’ISIS, che negli ultimi anni è stata responsabile di attentati estremamente violenti in Afghanistan, in cui sono state uccise decine di persone.

– Leggi anche: La resistenza contro i talebani è sola

READ  Covid, la soluzione alla pandemia è il modello britannico? I dati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *