Kevin Hofland nuovo allenatore Willem II |  Calcio

Kevin Hofland nuovo allenatore Willem II | Calcio

Per molto tempo sembrava che Zeljko Petrovic sarebbe tornato. Tuttavia, il 55enne montenegrino lavorerà in un club in Qatar e non è riuscito a uscire da quegli accordi. Il fatto che Willem II gli abbia offerto un contratto di un anno e mezzo non ha cambiato nulla.

L’amministratore delegato Martin van Geel, che ha rilevato il portafoglio degli affari tecnici da Joris Mathijsen in attesa, ha già contattato alcuni altri formatori. Tra loro c’era John van den Brom, che lo ringraziò per questo onore. Petrovic ha detto lunedì mattina che non poteva liberarsi. Willem II stava già negoziando con l’Hofland in quel momento e ha raggiunto un accordo domenica sera.

Domanda di lavoro

Hofland aveva informato Willem II tramite una domanda che era disposto ad assumere il lavoro di allenatore. Come allenatore, ha avuto un inizio sfortunato. Era già seduto sul divano con Fortuna Sittard nonostante non avesse ancora i documenti necessari. Per questo motivo il club del Limburgo ha proposto Sjors Ultee. Hofland è stato licenziato nel novembre 2020, secondo dichiarazioni ufficiali, a causa di risultati deludenti. Aveva un’altra spiegazione per questo. Secondo Hofland, ha dovuto lasciare il proprietario Istitan Gün perché si è rifiutato di schierare un giocatore. Da questo momento in poi, Ultee è il capo allenatore di Fortuna.

Hofland ora ha tutti i documenti necessari. L’ex allenatore delle giovanili del PSV ha accompagnato Mark van Bommel al VfL Wolfsburg come assistente. È stato licenziato lì in autunno. In questa occasione ha dichiarato di voler rimanere un allenatore e di essere aperto a tutto. Ora sarà la missione difficile mantenere Willem II in Eredivisie.

READ  La stella del basket Griner torna in azione per la prima volta da quando è tornata dalla Russia

Nato a Brunssum, l’Hofland ha giocato a calcio per Fortuna Sittard, PSV, VfL Wolfsburg, Feyenoord e AEK Larnarca. È arrivato a sette partite internazionali. L’Hofland ne ha vinte sei, inclusa una vittoria per 1-2 sulla Spagna. Fu solo in Irlanda che l’Orange perse con la difesa dell’Hofland.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *