Sono tutti così entusiasti delle idee sul clima degli ingegneri?

Sono tutti così entusiasti delle idee sul clima degli ingegneri?

“Psicologo del clima” suona bene, ma Gerdien de Vries (1975) deve continuare a spiegare che non aiuta le persone a liberarsi della depressione climatica. In qualità di professore associato alla TU Delft, si occupa di psicologia del clima. Meccanismi psicologici coinvolti nella transizione energetica e nell’adattamento climatico. Durante una conversazione durata più di un’ora, si presenta un colorato corteo di soggetti, De Vries lo racconta con entusiasmo. “La nostra ricerca va ben oltre l’osservazione che le persone non vogliono le turbine eoliche nei loro cortili”.

A partire da metà gennaio, TU Delft celebrerà il suo 180° anniversario, con la transizione energetica come tema del lampadario, e in particolare il ruolo che la ricerca di Delft gioca in esso. De Vries è uno dei ricercatori che funge da ambasciatore. Il giorno della nostra conversazione tiene una conferenza sulla psicologia e l’energia eolica, pochi giorni dopo una conferenza per bambini.

Uno psicologo tra gli ingegneri della TU Delft, è eccezionale?

“Ce ne sono di più, sparsi per le facoltà. Ma è diverso da Leiden, dove ho conseguito il dottorato e dove la psicologia è molto importante. Non so se è perché è un’università tecnica, ma qui sembriamo più diligenti. Gli psicologi spesso si concentrano su un meccanismo fondamentale: cosa motiva determinati comportamenti? Qui allora diciamo: OK, ora lo sappiamo, cosa ne faremo?

E cosa hai intenzione di fare con esso?

“Dipende da cosa stai cercando, ovviamente. Stiamo cercando di rispondere alla domanda su cosa significa questo comportamento per la società, cosa fa nel sistema tecnologico, politico e comportamentale? In termini di energia di transizione , la tecnologia da sola non basta, la politica e il comportamento sono altrettanto importanti per il successo dei piani.

READ  Cervello e densità di popolazione

“Ad esempio, stiamo studiando la risposta sociale agli aquiloni che generano energia eolica estendendo la gamma degli aquiloni. Tecnologia abbastanza recente. Vogliamo già sapere cosa ne pensano le persone. Quello che abbiamo visto nella ricerca della letteratura è che molto è già stato detto sulla percezione e l’accettazione dell’energia dell’aquilone, ma queste sono per lo più ipotesi degli ingegneri. Sono ottimisti. È più ecologico perché richiede molto meno materiale, è più divertente da vedere. Troviamo interessante un tale pregiudizio di ottimismo.

Le nuove tecnologie sono spesso legate a cose che le persone già conoscono

“Non vogliamo smorzare questo ottimismo. È importante che gli ingegneri siano entusiasti delle loro idee, altrimenti non verrà creato nulla di buono. Ma dobbiamo vedere se le ipotesi sono corrette, sono tutti così entusiasti? Se coinvolgi presto le scienze sociali, potresti essere in grado di utilizzarle nello sviluppo della tecnologia. Forse, e questo è un esempio completamente inventato, la gente pensa che sia molto importante che gli aquiloni siano blu e non rossi.

Come si ricercano le tecnologie future?

“Le nuove tecnologie spesso corrispondono anche a cose che le persone già conoscono. Prendi gli aquiloni, le persone hanno già esperienza con i mulini a vento e gli aquiloni dei kite surfer. Osserviamo quali variabili corrispondono e puoi ancora fare molto con i questionari. A proposito di qualcosa come l’hyperloop, che non esiste ancora, fai domande su come la gente pensa che sia, ti viene in mente uno scenario. Immagina: sei in un taxi, non c’è autista, ci vuole così tanto tempo.

“È difficile che le persone non riescano a stimare correttamente come reagiranno in una situazione. Nel comportamento climatico, trovi spesso un divario tra intenzione e azione. Domani andrò al lavoro in bici. Ma poi ho dormito male o piove e poi prendo comunque la macchina. Invece, se me lo chiedi ora, sono sicuro che andrò in bicicletta. Una realta virtualel’ambiente è già molto, però, quindi puoi ingannare un po’ di più il tuo cervello. Vorrei fare di più con esso.

Si sente spesso dire che le persone devono affrontare un fatto compiuto

È importante rendere le cose quantitative?

READ  scegli un'immagine e scopri la tua paura

“Penso che aiuti a collaborare con gli ingegneri, che conoscono anche i numeri. Anche a me piace. Uno dei miei fastidi è quello che chiamo il fattore delle seccature. Vorrei dare una chiara panoramica della misura in cui le seccature sono un barriera al comportamento sostenibile. Ad esempio, sto lavorando a una domanda di sovvenzione a casa. È difficile, ci sono sovvenzioni comunali, sovvenzioni statali, come e dove fare Vorrei mettere un gruppo di persone dietro al computer per trovare sovvenzioni, con un misuratore di stress su di esso.

“Stiamo anche cercando di coinvolgere maggiormente la psicologia nei modelli matematici. Il comportamento individuale si accumula nel comportamento collettivo e attraverso un modello è possibile ottenere informazioni dettagliate sul sistema più ampio. La domanda è se possiamo concentrarci sul comportamento in modo tale da rendere giustizia alla vastità della nostra psicologia, alla sua unicità. Certo, devi fare delle concessioni, ma vale la pena rendere i modelli più realistici.

La psicologia funziona in modo diverso per i cittadini rispetto ai responsabili politici?

“Con i decisori, fa una grande differenza a quale livello ti trovi. Faccio molto con i comuni, che hanno una politica di governo da attuare e che devono confrontarsi direttamente con i cittadini. Vorrebbero fare processi partecipativi, ma così facendo organizzi la tua resistenza. Sono favorevole al coinvolgimento precoce delle persone e alla definizione di quadri chiari su ciò che le persone possono e non possono influenzare. Si sente regolarmente dire che alle persone viene presentato un fatto compiuto o che sono state organizzate partecipazioni fittizie. È molto minaccioso, quindi vanno con i talloni nella sabbia.

Vedi anche giovani che vogliono davvero irradiare ricchezza con Rolex e viaggi a Dubai

Molti degli esempi che menzioni si riducono a far conoscere le cose al pubblico.

READ  L'orientamento sessuale non ha più importanza quando si dona il sangue dal prossimo anno | Salute

“I politici potrebbero vederla in questo modo. Vogliono organizzare l’accettazione sociale e venire da noi per sentire cosa funziona. Cerco di starne lontano, penso che il concetto di accettazione sociale sia già un termine parziale. Mi interessa come funzionano le cose. Nel modo in cui le persone affrontano la tecnologia, come vogliono usarla e sì, anche cosa ne pensano e perché.

“I politici sono anche interessati a come disimparare comportamenti indesiderati. Come fai a far scendere le persone dalla macchina? In questo contesto, i punti di svolta sociali sono interessanti, momenti in cui vediamo la società accettare nuove norme. Prendiamo il fumo, ad esempio, è diventato più costoso ed è stata introdotta una legislazione. E all’improvviso, c’è stato il momento in cui non si accende più una sigaretta nelle case delle persone. Cosa è successo la?

“Potremmo essere vicini al comportamento guidato dal clima, anche se non ho numeri concreti su questo. In alcuni ambienti, le persone volano meno e mangiano meno carne e ai giovani piace lavorare per aziende sostenibili. Anche se allo stesso tempo vedi giovani che vogliono davvero irradiare ricchezza con Rolex e viaggi a Dubai. In ogni caso, il dibattito su uno stile di vita più sostenibile è più acceso. Legislazione e attenzione, ecco da dove inizia. Alla fine, la realtà entra in scena. Sì, era anche strano che non avessimo mai volato a Parigi.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *