La Francia dovrebbe temere la retrocessione dopo un’altra sconfitta nella Società delle Nazioni?

La Francia dovrebbe temere la retrocessione dopo un’altra sconfitta nella Società delle Nazioni?

Durante la replica della finale della Coppa del Mondo 2018 contro i croati lunedì scorso, Deschamps ha mandato in campo un’altra squadra di serie B, ma questa volta allo stadio Ernst Happel di Vienna senza interruzioni di corrente o buchi nel prato – Questo non era il caso.

Kylian Mbappe potrebbe aver iniziato in panchina, ma con Karim Benzema, Antoine Griezmann, Kingsley Coman e il commentatissimo Aurélien Tchouaméni (che sembra essere in viaggio dall’AS Monaco al Real Madrid per ottanta-cento milioni di euro), c’era di certo non una seconda scelta.

L’Austria, con il giocatore del Feyenoord Gernot Trauner al fianco di David Alaba al centro della difesa, non è rimasta impressionata e ha iniziato la partita fresca e offensiva. Cinque minuti prima dell’intervallo ha anche ottenuto la sua ricompensa, quando l’attaccante Andreas Weimann ha spinto la palla in porta con Marko Arnautovic, Xaver Schlager e Konrad Laimer.

Furia francese dopo la pausa

Dopo la pausa, la Francia premette gli austriaci con le spalle al muro e strinse loro lentamente la gola. Questo si è subito tradotto in grandi opportunità per Coman e Benjamin Pavard, tra gli altri, ma ancora una volta il portiere Patrick Pentz ha tenuto duro.

Dopo più di un’ora, Kylian Mbappé è apparso al posto di Griezmann e quando il capitano dell’Austria Alaba ha lasciato il campo subito dopo, un’acrobazia austriaca sembrava ancora lontana.

Tuttavia, la furia francese sembrava essere passata e l’Austria ha avuto anche occasioni sul 2-0. A otto minuti dalla fine, però, Mbappé scappa alle spalle di Trauner, anche l’ex giocatore dell’Ajax Wöber mostra i talloni e tira forte la palla sul tetto della porta.

READ  Crescita senza precedenti per Vingeaard: 'Ora ha un motore Ferrari e una testa solida' | ADESSO

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *