La plenaria delle Nazioni Unite mette sotto esame il veto del V-consiglio

La plenaria delle Nazioni Unite mette sotto esame il veto del V-consiglio

L’Assemblea Generale delle Nazioni Unite ha fatto un passo per scoraggiare il veto al Consiglio di Sicurezza dell’ONU. La risoluzione, presentata dal minuscolo Stato del Liechtenstein, è stata approvata all’unanimità e suggellata da applausi.

Il diritto di veto dei cinque membri permanenti del Consiglio di Sicurezza non sarà revocato o limitato, ma lo Stato membro che contrasta una risoluzione con veto deve venire a dare spiegazioni entro dieci giorni ai rappresentanti dei 193 Stati membri dell’Assemblea .generale. Non è possibile intraprendere alcuna azione lì, ma il diplomatico che pone il veto è pieno di attenzioni e altri paesi possono commentare le sue azioni.

Ora, un veto si oppone nella privacy dei 15 membri del Consiglio di sicurezza. Gli Stati membri che pongono il veto sono Stati Uniti, Russia, Cina, Regno Unito e Francia. Gli Stati Uniti e il Regno Unito hanno sostenuto la risoluzione del Liechtenstein, la Russia non si è opposta.

disagio di montaggio

La rabbia per l’effetto agghiacciante del veto è recentemente aumentata drasticamente in seguito ai veti della Russia sulle risoluzioni che condannano la guerra in Ucraina. L’ambasciatore russo all’ONU ha anche minacciato di porre il veto a tutte le future risoluzioni relative alla lotta in Ucraina.

L’iniziatore del Liechtenstein ha affermato di voler realizzare con la proposta che “si ascoltino le voci di tutti i Paesi che non hanno diritto di veto, su questioni che riguardano la pace e la sicurezza e che riguardano tutti noi”.

Dal 1946, Russia e Stati Uniti in particolare si sono avvalsi del diritto di veto. In totale, hanno posto il veto alle risoluzioni più di 200 volte. La Cina lo ha utilizzato più spesso negli ultimi anni. Francia e Regno Unito non esercitano il diritto di veto dal 1989.

READ  La metà dei migranti Ocean Viking potrebbe essere dispersa in Francia, agita la politica

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *