La Russia ora sta mobilitando anche gli ucraini nei territori occupati per combattere

La Russia ora sta mobilitando anche gli ucraini nei territori occupati per combattere

Questo scrive Il New York Times sulla base di testimoni oculari e organizzazioni locali.

Nelle regioni occupate di Kherson e Zaporizhzhya, nell’Ucraina meridionale, a tutti gli uomini di età compresa tra i 18 ei 35 anni è vietato lasciare l’area. Avrebbero anche ricevuto una chiamata a combattere con l’esercito russo, riporta il quotidiano americano.

“Aiuto a scappare”

“Molte persone ci chiamano e chiedono se possiamo aiutarli a uscire”, ha detto un operatore umanitario al New York Times. “Purtroppo non possiamo.” Le persone stavano anche cercando di nascondersi. Altri cercano di rompersi un braccio o una gamba per non poter prestare servizio nell’esercito.

A livello nazionale, la mobilitazione parziale ha portato a un esodo di massa di uomini russi. La corrispondente Eva Hartog si trovava al confine tra Russia e Georgia durante il fine settimana e ha visto persone che cercavano di fuggire:

Il sindaco in esilio della città occupata di Melitopol nella regione di Zaporizhzhya avverte anche: “Tutti sono strappati dalle strade e saranno mobilitati”.

Servono nuovi soldati

Secondo quanto riferito, la Russia sta mobilitando truppe anche nell’Ucraina orientale e in Crimea. Nella stessa Russia è in corso la mobilitazione di 300mila uomini russi, annunciata da Putin la scorsa settimana. caotico e non strutturato.

Il presidente russo ha bisogno di nuove truppe poiché il suo esercito nell’Ucraina orientale continua a subire crescenti vittime.

READ  La divisione di polizia di Memphis si è sciolta a causa dell'aggressione mortale di un detenuto

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *