La Spagna cede in vantaggio, il Portogallo ne approfitta nonostante lo sfortunato Ronaldo

PAPÀ

Calcio IL NOSTRO

Sabato il Portogallo ha fatto ottimi affari nella Nations League. La squadra di Cristiano Ronaldo ha semplicemente vinto una trasferta in Repubblica Ceca (0-4) e ha preso il comando nel girone della Spagna, che ha perso in casa contro la Svizzera (1-2).

Portogallo e Spagna si daranno battaglia martedì prossimo in un duello reciproco dal quale il paese potrà giocare l’ultimo turno della Nations League.

Sei giocatori del Barcellona

La Spagna, entrata in carica con sei giocatori dell’FC Barcelona, ​​ha dimostrato contro la Svizzera che c’era ancora molto lavoro da fare prima dei Mondiali tra due mesi. Gli spagnoli avevano spesso palla, ma le mosse raramente davano loro una possibilità.

La Svizzera era molto più efficiente. Manuel Akanji ha saputo sfruttare la prima occasione dello svizzero. Il difensore del Manchester City ha colpito di testa il pallone da calcio d’angolo alle spalle del portiere Unai Simón.

PAPÀ

Manuel Akanji lascia senza possibilità il portiere Unai Simon

Dopo l’intervallo, la Spagna sembra più fresca e Jordi Alba riesce a pareggiare dopo un bel attacco su più piatti. La squadra dell’allenatore della nazionale Luis Enrique non ha potuto godersi il gol a lungo poiché Breel Embolo ha fallito nell’1-2 poco dopo.

La Svizzera ha dato agli spagnoli la prima sconfitta casalinga in 23 partite.

Scudo stellare

Il Portogallo ha lottato con i cechi rigidi nella prima parte, ma dopo mezz’ora Diogo Dalot ha rotto l’incantesimo. Il terzino destro del Manchester United ha montato lui stesso l’attacco ed è stato in grado di segnare il suo primo gol in nazionale dopo un bel ritorno di Rafael Leão.

Poco prima Cristiano Ronaldo si è scontrato con Tomáš Vaclík. Il portiere ha provato a respingere la palla ma poi ha colpito duramente Ronaldo in faccia. La superstar portoghese è poi caduta a terra sanguinante, ma ha potuto proseguire poco dopo con una benda al naso.

Scatti professionali

Cristiano Ronaldo con la faccia insanguinata

Bruno Fernandes ha raddoppiato il punteggio nei minuti di recupero nel primo tempo. Dopo un ottimo passaggio di Mário Rui, il centrocampista è stato in grado di camminare sulla palla.

Nessun problema per il Portogallo, ma la Repubblica Ceca ha l’occasione perfetta per rientrare in campo un minuto dopo il gol di Bruno Fernandes. Lo sfortunato Ronaldo recupera palla da corner ceco e la palla va sul dischetto.

Schick fallisce

Patrik Schick, che grazie al pallone ha segnato un gol mondiale nell’Europeo spara da 45 metri, non è riuscito a segnare da undici yard. Ha inseguito la palla alta.

Alla fine è diventata la partita di Dalot, dopo lo 0-1 si è occupato anche dello 0-3. Sul bordo dell’area delle sedici yard, ha attraccato e abilmente calciato la palla. Dieci minuti prima dell’ora ha curato l’accordo finale Diogo Jota: 0-4.

READ  F1, Montezemolo: Ferrari perquisizione e confessione su Schumacher

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.