Lander che ha sentito tremare Marte sta morendo (ma c’è ancora un barlume di speranza)

Lander che ha sentito tremare Marte sta morendo (ma c’è ancora un barlume di speranza)

Un colpo di vento. Questo è tutto ciò di cui hai bisogno per prolungare la vita del lander all’ultimo minuto.

Si avvicina il giorno in cui la NASA dovrà dire addio a Marslander Insight. La polvere portata dal vento si accumula sui pannelli solari, facendo sì che il lander generi sempre meno energia. Tuttavia, il team andrà fino in fondo e continuerà a raccogliere dati fino a quando non ne potrà più. L’unica cosa che può salvare il lander è una folata di vento. “Siamo alla mercé di Marte”, ha detto Bruce Banerdt, il principale investigatore della missione.

Fine
La fine del lander di Marte, che da diversi anni studia la struttura interna di Marte, si avvicina da tempo. Infatti, la polvere che si è depositata sui pannelli solari si addensa. Di conseguenza, il lander perde gradualmente potenza.

Selfie da Insight. A sinistra: ecco come appariva il pannello solare di Insight il 6 dicembre 2018, appena dieci giorni dopo l’atterraggio di Insight su Marte. A destra: questa foto è stata scattata il 24 aprile 2022. Il pannello solare è completamente ricoperto da uno spesso strato di polvere. Immagine: NASA/JPL-Caltech

L’estate scorsa, il lander aveva così poca energia rimasta che i ricercatori hanno deciso di spegnere tutti gli strumenti scientifici tranne il sismometro. Anche il sistema di protezione dagli urti è stato disabilitato. “Avevamo meno del 20% della capacità originale”, spiega Banerdt. “Ciò significava che non potevamo permetterci di mantenere gli strumenti in funzione.”

sismometro
Recentemente, Insight è stata nuovamente devastata da una tempesta di polvere di passaggio. Anche il sismometro è stato spento in questo momento per risparmiare energia. Ora che la tempesta è passata, il sismometro sta nuovamente raccogliendo dati. Ma solo per poco tempo. I ricercatori si aspettano che il lander abbia energia sufficiente solo per alcune settimane in più. “Della rete di sensori di cui è dotato il sismometro, solo i più sensibili sono ancora operativi”, ha affermato Liz Barret, un membro del team. “Andremo fino in fondo”.

READ  Roma, addio ufficiale al progetto stadio Tor di Valle: "Esecuzione impossibile"

Completare
Sebbene i ricercatori stiano cercando di prolungare la missione il più a lungo possibile, nel frattempo stanno anche finendo il loro lavoro. Ad esempio, stanno lavorando per archiviare in modo sicuro la ricchezza di dati che Insight ha raccolto nel corso della sua vita e renderli accessibili agli scienziati di tutto il mondo. Inoltre, verrà archiviato ForeSight, un modello a grandezza naturale completamente funzionante di InSight. Gli ingegneri sono stati in grado di pre-testare tutte le operazioni eseguite da Insight on Mars con ForeSight. Ma ora il suo lavoro è finito. “È un ottimo strumento”, afferma Banerdt. “Era un buon compagno per tutta la missione.”

La missione di Insight
I membri del team possono guardare indietro con orgoglio alla missione di Insight, che ha superato tutte le aspettative. Set Marslander InSight mettere piede su Marte nel 2018 e pubblicato poco dopo un sismometro sulla superficie del pianeta rosso. Questo sismometro ha già registrato più di 1.300 tremori di marzo. Ciò significa che Insight ha notevolmente ampliato la nostra conoscenza di Marte. Perché a quanto pare i terremoti si verificano frequentemente anche sul vicino pianeta Marte. Lo scorso maggio, il lander ha persino misurato un Marsquake con una potenza di cinque della scala Richter. Questo terremoto è passato alla storia come il terremoto più forte mai registrato su un altro pianeta. Inoltre, Insight ha rilevato diversi Marsquakes causati da colpire meteoriti.

Insight ha fornito molte informazioni
La missione Insight ha consentito agli scienziati di studiare la profondità e la composizione della crosta, del mantello e del nucleo di Marte. Osservando come le onde sismiche attraversano Marte, gli scienziati hanno acquisito una visione unica dell’interno del pianeta. I dati del lander hanno rivelato dettagli interessanti sugli strati interni del Pianeta Rosso, il suo nucleo liquido, i resti sotterranei sorprendentemente variabili del campo magnetico in gran parte estinto e il clima prevalente su questa parte di Marte. Questo non solo amplia la nostra conoscenza del nostro vicino più prossimo, ma ci dà anche una visione più ampia di come si sono formati altri mondi rocciosi, tra cui la Terra e la Luna. “Finalmente, vediamo Marte come un pianeta con strati”, ha detto Banerdt. “Questi strati hanno spessori e composizioni differenti. Ora stiamo iniziando a capire questi dettagli. Ci ha mostrato che Marte è un pianeta vivente e che respira.

READ  Milan, mentalità vincente: la missione è avanzare anche in Coppa Italia (lo vuole Elliott)

Passato
Per il prossimo futuro, i membri del team continueranno a raccogliere dati il ​​più a lungo possibile. La NASA dichiara che la missione è terminata quando Insight smette di chiamare e il contatto con il lander non è più possibile. Per inciso, la Deep Space Network della NASA continuerà ad ascoltare per un po’ anche dopo, per ogni evenienza.

raggio di speranza
Non verrà intrapresa alcuna azione eroica per ristabilire il contatto con InSight se viene interrotto. Ma c’è ancora un barlume di speranza. Se improvvisamente inizia a soffiare su Marte, i pannelli solari di Insight possono essere puliti di nuovo. Non è quindi necessaria più di una raffica di vento per prolungare la vita del lander all’ultimo momento.

Resta da vedere se ciò accadrà. Come ha detto Banerdt, la squadra è alla mercé di Marte. Ma anche se la polvere di Insight diventa rapidamente fatale, non dobbiamo addolorarci per questo. I ricercatori si aspettano che i dati raccolti da Insight produrranno scoperte per i decenni a venire.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *