“Lasciamoli alla Natura, basta con questa tragica farsa”, chi vuole condannare a morte – Libero Quotidiano

Massimo Fini ha espresso un’opinione tanto franca quanto controversa nel suo ultimo commento pubblicato nel Evento giornaliero. Parlando di Covid e fondamentalismo, prima ha fatto una nota al governo e in particolare a Roberto Speranza: “Mi dispiace per il ministro che è una brava persona, ma le comunicazioni del governo e del suo comitato scientifico sono così pesanti, complesse e contraddittorie che sfido qualsiasi persona normale a capire qualsiasi cosa”.

il Green Pass è l’ultimo esempio per Fini: “Se pensano di trascinarci in giro per anni con vaccini, richiami e richiami, si sbagliano. Lo stress a cui siamo stati sottoposti per due anni non è più sostenibile. Non che abbiamo la forza di ribellarci attivamente, lo faremo per omissione rifiutandoci di vaccinarci”. Fini è convinto che ci opponiamo ostinatamente al Covid, prolungandone l’esistenza.

La sua soluzione è piuttosto “definitiva”, una provocazione che avrà sicuramente fatto ribollire il naso: “Se avessimo lasciato fare alla Natura ciò che si merita, cioè illuminare la popolazione quando è in abbondanza, il Covid morirebbe di fame e durerebbe qualche anno accanto a me Non capisco proprio perché salvare settantenni o ottantenni, affetto solitamente da due o tre gravi malattie, è stata bloccata la vita di intere generazioni a cui il Covid non ha potuto fare nulla. Che muoia chi deve morire – chiosa Fini – e smettiamola con questa tragica farsa”.

Variante Delta, vacanze rovinate: zona gialla Sicilia e Sardegna già da lunedì? Ecco cosa tornano le restrizioni

Video su questo argomento

READ  "A causa del collasso del sistema sanitario, gli operatori sanitari hanno preparato questo messaggio" - Ancora nessuna autodiagnosi

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *