L’atleta iraniano è scomparso dopo aver gareggiato in una competizione di arrampicata senza velo | sport

L’arrampicatore sportivo iraniano Elnaz Rekabi, che domenica ha gareggiato senza velo in un importante torneo di arrampicata, è scomparso. Gli amici di Rekabi, 33 anni, hanno detto alla BBC che non potevano più contattarla.

Rekabi ha ricevuto molti elogi sui social media dopo la sua azione ai Campionati asiatici nella capitale della Corea del Sud, Seoul. Lì non ha indossato un velo in finale, ma una fascia.

In tal modo, Rekabi ha violato le leggi iraniane per le atlete. Le donne iraniane sono tenute a coprirsi i capelli con un velo in pubblico, anche durante le competizioni sportive.

Adesso gli amici dell’alpinista danno l’allarme. Dicono di non poter contattare Rekabi da domenica sera e sono molto preoccupati per la sua incolumità. Le condizioni dell’atleta non sono chiare.

Secondo BBC Rekabi ha dovuto restituire il telefono e il passaporto dopo il torneo di arrampicata. L’hotel dove alloggiavano gli atleti iraniani ha detto alla BBC che la squadra è partita prima del previsto. Secondo quanto riferito, Rekabi è volato in Iran con il resto della delegazione.

L’azione di Rekabi da sola non basta. In Iran ci sono state grandi proteste nelle ultime settimane a seguito della morte della 22enne Mahsa Amini in una cella di polizia. È stata arrestata dalla vice squadra iraniana per non essersi coperta abbastanza la testa.

READ  L'FC Twente lo rende difficile, ma vince contro il PEC Zwolle | FC Twente

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *