Le accuse contro Jacob Blake cadono. 29enne paralizzato non è più ammanettato al letto d’ospedale

Jacob blake è paralizzato, non riesce a muoversi dalla vita in giù: la conseguenza di Dio fuoco al suo indietro, di almeno sette anni, fatta esplodere da un poliziotto. Eppure il 29enne afroamericano era “ammanettato al suo letto d’ospedale ”: la denuncia è arrivata dallo zio di Blake, Justin. Alla Cnn ha detto che quando il papà lo vide nello stato in cui si trovava “spezzato il tuo cuore“.” Questo significa aggiungere il presa in giro danno “, ha commentato. Poi durante la giornata è arrivata la svolta. Secondo i media americani, tutti addebiti contro il giovane caddero e per questo furono tolte le manette. Verrebbero richiamati anche gli agenti di polizia a guardia della stanza del rifugio. Nel frattempo, il 29enne ha preso il sopravvento conoscenza e ha incontrato la sua famiglia.

L’afroamericano è gravemente ferito ed è ricoverato in ospedale Wauwatosa (Wisconsin). Come sappiamo, Blake è stato colpito indietro ultima domenica di sette palline ucciso da un poliziotto Kenosha che cercava di entrare Nella sua macchina Dove i suoi genitori lo aspettavano tre bambini piccoli. Quella notte casa Bianca contattato per il prima volta La famiglia di Jacob. Ma non stava parlando con sua madre Donald Trump ma il suo capo di stato maggiore Mark Meadows. Il presidente degli Stati Uniti, invece, nel suo discorso accettazione della nuova nomina repubblicana no mai nominato il caso di Jacob Blake. Infatti, il magnate ha messo in guardia contro “pazzo arrabbiato“E si schierò con polizia.

READ  Decisione olandese di far saltare in aria il pacchetto di stimoli

Ancora un altro episodio di brutalità della polizia contro un nero, dopo quello di George floyd, ha rilanciato manifestazioni antirazziste, al punto da fermare l’NBA, dopo l’annuncio di a 17 anni bianco innamorato delle armi, della polizia e di Trump, lui ha ucciso due manifestanti ferire una terza parte. Dopo il basket, che ora sembra destinato a ripartire, molti altri sport e atleti americani hanno smesso. Le proteste di oggi potrebbero atterrare nella capitale marcia per me diritti umani sul Centro commerciale nazionale.

Nel frattempo, il sondaggi sul caso, scoppiato dopo una telefonata alla polizia per a controversia domestica. Ma gli investigatori devono ancora spiegare perché l’agente Sheskey resto, in servizio da sette anni, ha sparato sette colpi alla schiena dopo inutili cerca di fermare Blake Pass taser. “Ha ammesso di averlo fatto un coltello“, Spiegano, ma è stato successivamente trovato sotto il terra della vettura. Due ufficiali coinvolti erano sospeso ma per il momento non è accusato, mentre il ministero della Giustizia è partito un’indagine parallela condotto dall’FBI sulla violazione dei diritti civili. Ci sono anche molte domande su Kyle Rittenhouse, il diciassettenne arrestato per aver sparato alle manifestazioni. I suoi profili sui social media lo identificano come un fan delle armi e delle forze dell’ordine che ha partecipato a una manifestazione di Trump a gennaio e si considerava un membro di a milizia dedita alla tutela della proprietà. Ma come è entrato in contatto con questo gruppo? Chi lo ha armato di pistola? Perché viene daIllinois?

READ  Le orche speronano le barche, è l'allarme in Spagna

Sostieni ilfattoquotidiano.it: mai come adesso
abbiamo bisogno di voi.

In queste settimane di pandemia, noi giornalisti, se facciamo coscienziosamente il nostro lavoro, stiamo svolgendo un servizio pubblico. Anche per questo ogni giorno su ilfattoquotidiano.it siamo orgogliosi di offrire gratuitamente a tutti i cittadini centinaia di nuovi contenuti: notizie, informazioni esclusive, interviste ad esperti, sondaggi, video e tanto altro. Tuttavia, tutto questo lavoro ha un costo economico elevato. La pubblicità, in un momento in cui l’economia è ferma, offre un reddito limitato. Non in linea con la rampa di accesso. Ecco perché chiedo a coloro che leggono queste righe di sostenerci. Per darci un contributo minimo, pari al prezzo di un cappuccino a settimana, indispensabile per il nostro lavoro.
Diventa un utente dell’assistenza clicca qui.

grazie
Peter Gomez

Ma ora siamo noi che abbiamo bisogno di te. Perché il nostro lavoro ha un costo. Siamo orgogliosi di poter offrire ogni giorno centinaia di nuovi contenuti gratuitamente a tutti i cittadini. Ma la pubblicità, in un momento in cui l’economia è ferma, offre un reddito limitato. Non in linea con il boom degli accessi a ilfattoquotidiano.it. Per questo ti chiedo di sostenerci, con un contributo minimo, pari al prezzo di un cappuccino a settimana. Una somma modesta ma fondamentale per il nostro lavoro. Dacci una mano!
Diventa un utente dell’assistenza!

Con gratitudine
Peter Gomez


ilFattoquotidiano.it

Supporto ora


Pagamenti disponibili

Articolo precedente

Trump attacca la NBA: “Sta diventando un’organizzazione politica, la gente è stufa” – Video

seguente


Articolo successivo

Uragano Laura, almeno sei vittime negli Stati Uniti. Strade fangose ​​e 400 scialuppe di salvataggio – FOTO

seguente


Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *