Il ministero della Salute invia ispettori a Lipari dopo che Lorenza Famularo, 22 anni, è morta in ospedale. La protesta di parenti e amici

Ore 19 – iscriviti alla newsletter e ricevi gli ultimi aggiornamenti nella tua casella di posta.

Nei prossimi giorni, il ispettori Ministero della Salute per saperne di più la morte di Servizio Lorenza, quindi, il 22enne morto la notte del 23 agosto presso l’ospedale delle Isole Eolie. Dopo l’inchiesta amministrativa avviata daAzienda sanitaria provinciale di Messina, che ha portato al sospensione preventiva di un’infermierae il diritto penale di Procuratore della Barcellona Pozzo di Gotto, Roma annuncia controlli per verificare l’accaduto. La giovane donna soffriva da giorni di dolori all’addome e alla spalla e all’ospedale, dove era stata più volte, i medici le avevano prescritto antidolorifici, ma poi le sue condizioni peggiorarono, fino alla morte.

io funerale sono stati celebrati giovedì. Amici e parenti hanno simbolicamente occupato l’ingresso dell’ospedale in segno di protesta chiedendo la presenza sul posto di un rappresentante del governo della regione Sicilia per far fronte ai problemi di salute dell’isola. Il disputa è continuato oggi e si è diffuso nel porto con centinaia di persone sulla banchina che hanno rallentamento delle operazioni di imbarco e sbarco. Di aliscafi rimasero all’ancora accumulando ritardi e un terzo sbarcò nel porto alternativo di Punta Scaliddi. In serata la manifestazione è caduta anche dopo l’annuncio del governatore Nello Musumeci che “si ascolterà il grido di allarme dei cittadini” e che “ha chiesto al consigliere sanitario regionale di essere a Lipari nei primi giorni, per incontrare l’amministrazione comunale e un rappresentante del comitato ospedaliero”.

“Ma sarebbe giusto – ha sottolineato Musumeci – separare due questioni profondamente diverse: la dolorosa scomparsa della giovane, per la quale la Regione ha subito disposto un sopralluogo, di cui sembrerebbe che i profili di responsabilità personale. Se qualcuno ha torto, dovrebbe pagare. Diversa è la questione dello stato di avanzamento della costituzione della rete ospedaliera di Lipari ”. Per il governatore “le occupazioni e gli atti di forza servono solo a creare disagi a chi non ha colpe” e al contrario è necessario “un clima di dialogo responsabile”. Un appello è stato lanciato dall’arcivescovo Giovanni Accolla “A tutti i responsabili del mondo politico” chiedendo loro di “stare più attenti e, per quanto possibile, non lasciare abbandonate le Isole Eolie”.

READ  "Ho apprezzato la serietà di Maldini"

Sostieni ilfattoquotidiano.it: mai come adesso
abbiamo bisogno di voi.

In queste settimane di pandemia, noi giornalisti, se facciamo coscienziosamente il nostro lavoro, stiamo svolgendo un servizio pubblico. Anche per questo ogni giorno su ilfattoquotidiano.it siamo orgogliosi di offrire gratuitamente a tutti i cittadini centinaia di nuovi contenuti: notizie, informazioni esclusive, interviste ad esperti, sondaggi, video e tanto altro. Tuttavia, tutto questo lavoro ha un costo economico elevato. La pubblicità, in un momento in cui l’economia è ferma, offre un reddito limitato. Non in linea con la rampa di accesso. Ecco perché chiedo a coloro che leggono queste righe di sostenerci. Per darci un contributo minimo, pari al prezzo di un cappuccino a settimana, indispensabile per il nostro lavoro.
Diventa un utente dell’assistenza clicca qui.

grazie
Peter Gomez

Ma ora siamo noi che abbiamo bisogno di te. Perché il nostro lavoro ha un costo. Siamo orgogliosi di poter offrire ogni giorno centinaia di nuovi contenuti gratuitamente a tutti i cittadini. Ma la pubblicità, in un momento in cui l’economia è ferma, offre un reddito limitato. Non in linea con il boom degli accessi a ilfattoquotidiano.it. Per questo ti chiedo di sostenerci, con un contributo minimo, pari al prezzo di un cappuccino a settimana. Una somma modesta ma fondamentale per il nostro lavoro. Dacci una mano!
Diventa un utente dell’assistenza!

Con gratitudine
Peter Gomez


Supporto ora


Pagamenti disponibili

Articolo precedente

“Cuscino obbligatorio per chi rientra dalla Sardegna”. La pressione di Emiliano in Puglia per frenare i contagi da rientro

seguente


Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *