Le donne più belle del mondo visitano azc: “Ascolterò soprattutto”

Le donne più belle del mondo visitano azc: “Ascolterò soprattutto”

1/3 Miss Norvegia trucca una giovane azc residente a Budel (Foto: Alice van der Plas)

Nel 2015 partecipavano ancora al concorso Miss Universo, ma domenica pomeriggio le donne si sono recate al centro per richiedenti asilo (azc) di Budel. Sebbene le nove messe antiche non avessero mai sentito parlare di Budel prima. Qualsiasi pubblicità intorno al centro per richiedenti asilo li ha quindi completamente ignorati. “Veramente”, dice la signorina Singapore Lisa White. “Non conosciamo il fenomeno dei rifugiati. Non lo sappiamo”.

Foto del profilo di Alice van der Plas

Tuttavia, spera di incoraggiare un gruppo di una quarantina di adolescenti che vivono all’azc di Budel.

“Vogliamo comunicare che se lavori sodo, puoi guadagnarti da vivere”.

“Molte delle donne del nostro gruppo provengono anche da contesti difficili. Non c’è paragone, ma vorrei portare loro un po’ di speranza. E ci piace promuovere la diversità. Vogliamo trasmettere che se lavori duro, puoi guadagnarti da vivere.

Le nove messe non sono ovviamente senza ragione. Vanno d’accordo e quindi organizzano ogni anno un incontro a tema sociale. “Ci piace tenerci in contatto gli uni con gli altri e viaggiare in un nuovo paese”.

Quest’anno i Paesi Bassi erano in programma, ma all’epoca mancavano le Miss Paesi Bassi. Ci sono donne provenienti da Indonesia, El Salvador, Portogallo, Guyana, Mauritius, Croazia, Norvegia, Singapore e Belgio.

“Siamo un paese ricco, ma non possiamo prenderci cura di loro adeguatamente”.

“Abbiamo partecipato a Las Vegas”, spiega Miss Belgio, Annelies Törös. “Un’edizione molto famosa, perché il presentatore ha poi chiamato il dud sbagliato, quindi forse te lo ricordi ancora.” Annelies vive il più vicino di tutti i fallimenti. “Ma non sono mai stato in questa zona.”

READ  Floris non è solo un principe, ma anche un dj: “Ottimo per portare avanti il ​​pubblico” | Musica

Vede gli stessi problemi qui all’azc come in Belgio. “Tutti i centri di asilo sono pieni”, ha detto. “Siamo un paese ricco, ma non possiamo davvero prenderci cura di loro. Dobbiamo fare di meglio. Investi di più e assumi più personale.

“Mi sento sempre fiducioso quando mi trucco. Aiuta a costruire la fiducia.”

Le masse sono tutte socialmente coinvolte, ma dovrebbe anche essere un pomeriggio divertente e festoso. Quindi prima c’è un ballo piacevole anche con una polacca. “Lo facciamo principalmente per rilassare i bambini”, afferma Lisa. Quindi escono i pennelli per il trucco e vengono scelti gli abiti. Per concludere il pomeriggio con una vera e propria sfilata di moda.

“Insegneremo loro come applicare un bel trucco”, dice Lisa. “Mi sento sempre molto fiducioso quando mi trucco. Aiuta con la tua sicurezza. Le ragazze possono prendersi del tempo per se stesse. Per lo più le ascolterò invece di parlare io stesso. Voglio dare loro la possibilità di raccontare la loro storia.

“È bello che le masse siano qui. Sono così belle!”

Le masse guardano con soggezione i lunghi capelli neri che emergono da sotto il velo di una ragazza siriana. Dice che vive all’azc da 19 mesi. “Ma ora finalmente abbiamo una vista di una casa. Per fortuna non ero troppo annoiato. Sono appena andato a scuola. Ma sono molto felice se possiamo andare in una casa.

Non ha ancora avuto consigli sul trucco o sull’abbigliamento. “Ma è molto bello che le masse siano qui. Sono così belle.” Sorride dopo un complimento di Miss Belgio. “I tuoi vestiti e il tuo trucco sono già così belli, non devi farci niente.”

READ  Carlo vuole espellerlo, una crisi senza precedenti - Libero Quotidiano

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *