Le orche speronano le barche, è l’allarme in Spagna

Estate iberica 2020, così come Covid-19, è stato segnato da un fenomeno molto insolito e pericoloso. Infatti da giugno ce ne sono stati tanti attacchi in barca – sia a vela che a motore – dal orche. Non è raro che questi maestosi cetacei “cacciano” le barche, ma lo è quasi impossibile per loro attaccare con tale frequenza. In particolare, gli episodi registrati sono caratterizzati da focolai violenti -particolarmente laterale- dagli animali, che hanno causato spesso e intenzionalmente danni enormi. In un caso, anche un membro dell’equipaggio è stato ferito da un’orca del gruppo. Il processo degli attacchi tra la Galizia e lo stretto di Gibilterra è più o meno sempre lo stesso. Le “mandrie” di orche assassine si scuotono più volte e violentemente, qualsiasi scambio, apparentemente senza motivo.

Le orche inseguono la barca

Una parola agli esperti

Gli scienziati, di fronte a questi attacchi, dicono di essere piuttosto sconcertati. In effetti, la situazione non è usuale, poiché il contatto uomo-orco nell’ambiente naturale non ha quasi mai portato a critiche di questo tipo. È normale che gruppi di questi animali facciano la fila alle barche e alle barche. “Escort” per un periodo di tempo, ma per lo più in maniera del tutto pacifica. Se da un lato la domanda pone un problema, dall’altro è piuttosto complesso indagare il comportamento di a cetaceo di cui si sa molto poco. In effetti l’orca è un animale abbastanza complesso, soprattutto dal punto di vista etologico. Una delle prime ipotesi su questi eventi è questa la morte di un cucciolo ha spinto un branco di orche assassine a guardarlo e ad attaccare tutto ciò che si avvicina.

Orche nel porto di Genova
Orche nel porto di Genova

L’ipotesi di “Veglia sul cucciolo scomparso” Era già stato preso in considerazione per gli eventi del 2019. È successo che a Genova, dicono alcuni esemplari transitori, o meglio nomadi, lo erano stabilito da diversi giorni nel porto di Genova, ostacolando le operazioni umane e rischiando molto. In questo caso, tuttavia, gli animali non erano aggressivi nei confronti delle barche, si sono appena fermati al porto. Un’altra ipotesi è quella di disorientamento alcune orche, probabilmente a causa di alcune attività umana che danneggia l’ecosistema marino. Quest’ultima teoria, tuttavia, attualmente non sembra essere scientificamente supportata da dati concreti.

READ  Negli Stati Uniti, il vento trasporta il fumo. Harris torna in California

I biologi concordano sul fatto che sia necessario indagare su questi episodi con cause apparentemente incomprensibili, ma per ora non possono darci certezze di alcun genere, data la complessità dell’animale in questione. È certo, tuttavia, che le orche assassine non dovrebbero essere denunciate o demonizzate per questi eventi. Come animali ci sono sicuramente una ragione scientifica dietro il loro comportamento. Ora diamo uno sguardo più da vicino a questi imponenti cetacei, con i quali, in qualche modo, Abbiamo qualcosa in comune.

Orche assassine, mammiferi intelligenti da non demonizzare

Orca, Orcinus Orca (Linneo, 1758) appartiene alla famiglia dei delfini, ed è l’unico rappresentante del suo genere Orcinus. Si differenzia notevolmente dai suoi cugini delfini, principalmente per quanto riguarda il la dimensione e la forza dello scheletro. Orche assassine maschi davvero possono raggiungere i 7-9 metri, mentre la lunghezza degli esemplari femminili è di circa 6-8 metri. Per quale preoccupazione peso, abbiamo una media di 6-7 tonnellate per la prima e 3-4 tonnellate per la seconda. UNA cucciolo appena nato, può pesare intorno ai 200 kg, per una lunghezza fino a 2,5 metri. La loro forza impressionante è data non solo dallo scheletro, ma anche dalalta densità di massa muscolare.

Balena assassina
Possiamo osservare in dettaglio il derma dell’Orca: spesso, lucido e molto compatto

Un’altra particolarità riguarda lo spessore e la composizione del derma, denso di fibre leganti e posto su uno strato di grasso isolante, che può misurare fino a 10 cm. Queste caratteristiche e altri luoghi orca assassina in cima alla catena alimentare. In realtà è noto come orche assassine non abbiamo predatori naturali: anche i temuti capodoglio preferisco affondare e scappare, evitare il confronto diretto. Anche il morso è molto efficace.

Le orche assassine e il morso quasi “perfetto”

Teschio di orca
Il cranio di un’orca

I denti, prima a sezione conica poi cilindrica, così come affilato e smaltato sono anche carine grande e robusto, infatti, vengono su misura 10 cm ciascuno. Il sistema mandibolare è strutturato per consentire l’inserimento della fila dei denti superiori in quella dei denti inferiori, con mascelle chiuse. io denti anteriori, Sono anche sporgere, che consente al predatore di farlo bloccare senza sosta la preda morsa. Un’altra caratteristica dell’animale è la vista superba, piuttosto cosa raro in ambiente marino. A questo si aggiunge un file tipo di sensore sonar posto sulla fronte dell’animale, che gli consente di farlo rivelare ostacoli e prede anche nelle acque più scure. Parlare di habitat, il cetaceo è diffuso in tutti i mari della Terra.

READ  Coronavirus, i contagi in Europa superano i 5 milioni. In Spagna, più di 11mila casi al giorno, 13mila in Francia

Tuttavia, la concentrazione più alta si trova in acque fredde del Pacifico. Possono essere trovati sia vicino alla riva che in acque più profonde, ma anche raggiungere il estuari del fiumee torna indietro montali in cerca di cibo.

Così distante … così simile!

Molte caratteristiche delle orche assassine e nessun altro abitante degli oceani le rende comparabile a scimpanzé, e quindi anche indirettamenteEssere umano. Oltre a una splendida vista, le orche si vantano sviluppato i sensi del tatto e dell’udito, durante l’utilizzo diecolocalizzazione. Il strutture sociali dove vivono le orche, sono notevolmente complesso e simili a quelli dei primati. La loro longevità viti fino a 90 anni per le femmine, 25-30 per gli uomini – flusso indoor gruppi ben strutturati hanno detto baccelli.

Piccolo gruppo di orche assassine
Piccolo gruppo di orche assassine

Questi gruppi di solito sono costituiti da femmine sessualmente attive con le rispettive femmine giovani, sterili e anziane un uomo. Il la caccia è un’attività di gruppo, essenziale per educazione dei cuccioli, con cui si condivide il cibo. Le femmine sono generalmente poligame e i maschi si prendono cura di tutti i cuccioli nel loro. baccelli, non riuscendo a identificare il loro. Dopo un gestazione di circa 17 mesi, venire ha dato alla luce un solo cucciolo, che da allora è stato iperprotetto da tutto il gruppo. In caso di morte di un bambino, il baccelli implementa una sorta di svegliarsi, che può durare diversi giorni / centinaia di chilometri. Quanto alla territorialità, è più comune che diversa baccelli venire a trovarsi in territori contigui, in questo caso tuttavia, si evitano i contatti. Nella norma le rivalità non sono stabilite.

Un'orca con il suo cucciolo
Un’orca con il suo cucciolo

Predatori spietati … o genitori premurosi?

Fondamentalmente orche assassine si nutrono di pesci, foche, leoni marini, pinguini e uccelli, a seconda della zona e della disponibilità. Non ci sono video rari in cui il file cacciaappare piuttosto sanguinosa e inutilmente prolungata, molto simile a un file tortura. Tuttavia, è un tipo di file antropomorfizzazione dallo spettatore. Come altri animali, le orche assassine non sono in grado di mostrare crudeltà immotivata, piuttosto, sono metodi di caccia collettiva mirati educare i cuccioli di baccelli, sia per quanto riguarda l’azione stessa che per le dinamiche della vita di gruppo. L’osservazione di esemplari in cattività, ha anche aiutato a trovare atteggiamenti che identificano le orche come giocoso e socievole, protettivo, coerente e pacifico.

READ  il caccia esplode, la petroliera atterra senza carrello di atterraggio e con due motori non funzionanti

Di me i comportamenti più curiosi sono i violare e il ictus. Nel primo caso si può osservare il cetaceo, che emerge dall’acqua con la parte anteriore, rimanendo sospeso in aria con buona parte del corpo, in posizione quasi eretta. I delfini e altri piccoli delfini tursiopi sono in grado di farlo salire quasi completamente, poi salta e con una certa evoluzione, tuffati indietro. Per quanto riguarda le orche e gli animali di taglia considerevole, invece, sbucano per 3/4 della loro lunghezza, per poi cadere sullo stomaco o sui fianchi. il le ragioni Di questi “Sport acquatici” non sono ancora del tutto chiari, ma si ritiene che abbia a che fare con il cortile, la caccia o la ricreazione.

il ictus al contrario, che può essere più o meno potente, non è un comportamento ludico / sociale. È solo normale manovra fisiologica. È infatti il ​​mezzo per i cetacei sbarazzarsi dell’aria nei polmoni attraverso il sfiato, seguito dall’ispirazione per tornare all’apnea.

Un'orca "la mia violazione" davanti a un uomo
Un’orca “violentata” di fronte a un uomo

Il rapporto con l’uomo

La balena assassina viene spesso chiamata assassino, senza che vi sia una valida giustificazione. Come lo squalo, questo cetaceo è demonizzato da anni, ma la realtà è diversa e molto chiara. il gli attacchi agli esseri umani da parte di orche assassine sono piuttosto rari, e sono tutti riconducibili ad una condizione – spesso protetta per tutta la vita dell’animale – di forte stress emotivo dell’animale, causato da la realtà costrizione tipica della prigionia. Altri episodi si sono verificati contro surfistiProbabilmente confuso con le foche. L’essere umano non è un pasto utile per un’orca, come già accennato, quasi tutti gli animali non uccidono per divertimento. Essendo molti cetacei sociale e complesso, lo stato prigioniero ha un impatto devastante sulla loro psicologia. In effetti, questo induce nell’animale comportamento aggressivo e / o autodistruttivo, così come la bruttezza fisica, come nel caso di pinna dorsale collassata.

I bambini ammirano un'orca costretta alla prigionia
Marzo 2014, i bambini ammirano un’orca costretta in cattività al SeaWorld Marine Park di San Diego, in California. Dopo anni di pressioni da parte di gruppi per i diritti degli animali, il parco acquatico ha annunciato che sarà l’ultima balena assassina ad essere riprodotta. Si può osservare come la pinna dorsale dell’animale sia irrimediabilmente collassata a causa delle innaturali condizioni di detenzione.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *