“Le ossa dei soldati caduti a Waterloo furono frantumate in uno zuccherificio”

Questo dicono gli storici contro l’emittente belga RTBF. Questa scoperta spiegherebbe perché così pochi resti umani sono stati trovati sul luogo di questa massiccia battaglia che ha ucciso più di 50.000 soldati.

Per molti anni i ricercatori si sono chiesti dove andassero gli uomini caduti di Napoleone e dei suoi avversari dopo la leggendaria battaglia del 1815.

Ossa frantumate come letame

Ricerche precedenti hanno dimostrato che la popolazione locale sapeva cosa fare con i resti dei soldati. I campi vicini sarebbero stati fertilizzati con le loro ossa frantumate.

Ma molte altre ossa, non solo di cavalli morti, sono finite nello zucchero, secondo un team di storici.

paghetta

Che ne dici di quello? Le barbabietole da zucchero erano in piena espansione all’inizio del XIX secolo e le nuove fabbriche di zucchero avevano bisogno di ciò che è noto come carbone di ossa per produrre zucchero bianco dall’intermedio viscido e sporco.

La gente delle campagne intorno alla fabbrica potrebbe guadagnare un bel po’ di soldi scavando e vendendo gli scheletri dei soldati. I ricercatori hanno trovato molte tracce di questo macabro lavoro di raccolta negli archivi.

Un sindaco vicino ha anche chiesto alla polizia di intervenire in quel momento. Non è chiaro se ciò sia accaduto. Inoltre non si sa quanti resti umani siano finiti nello zuccherificio.

comfort

Lo zuccherificio di Tienen, in Belgio, a circa 60 chilometri da Waterloo, non trasforma le ossa in zucchero. La fabbrica lo ha twittato oggi con una strizzatina d’occhio rassicurante.

READ  Il presidente del Perù revoca il "coprifuoco" in un giorno dopo le persistenti proteste

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.