Le promesse olandesi sono vane dopo la manifestazione dei belgi | Ciclismo

Campionati Mondiali di CiclocrossLe promesse olandesi non sono riuscite a vincere il titolo mondiale per il terzo anno consecutivo a Fayetteville. Joran Wyseure è scappato presto al centro veloce e non è mai stato catturato. Gli olandesi delusi.




Non uno o due, ma l’Olanda ha iniziato con tre grandi favoriti nella lotta per il titolo per le promesse. Gli ultimi due campioni del mondo Ryan Kamp (2020) e Pim Ronhaar (2021) sono stati presentati come contendenti insieme a Mees Hendrikx (terzo nei campionati nazionali olandesi per piloti d’élite e sesto a Hoogerheide). Una battaglia con i belgi era ovvia, dato che quel paese aveva sei potenziali campioni del mondo. Aggiungete a ciò il britannico Cameron Mason e l’elenco dei grandi favoriti era enorme prima dell’inizio.

Leggi anche:
Marianne Vos vince il suo ottavo titolo mondiale

Era chiaro nella fase iniziale che molti piloti sognavano il titolo mondiale. Dopo un giro sul veloce tracciato di Fayetteville, è sembrata una corsa su strada in termini di formazione di gruppo; un gruppo di più di quindici corridori ha tagliato il traguardo. I Paesi Bassi sono stati vigili con Kamp, Ronhaar e Hendrikx, ma hanno dovuto dare la caccia quando Wyseure ha accelerato. Il belga si sacrifica per sfoltire il gruppo e si porta subito in vantaggio di quindici secondi. Hendrikx è stato l’unico leader per molto tempo, ma in seguito è stato raggiunto da Ronhaar. Ha tirato forte su una delle brevi salite e ha costretto Kamp a lasciar andare. Un giro dopo è stato Hendrikx ad accelerare e far crollare il suo connazionale. Si è rivelata una gara tattica tra belgi e olandesi.

READ  Velzeboer e Schulting battono i record mondiali a Salt Lake

Al penultimo giro, il vantaggio di Wyseure è stato così rassicurante per i belgi che il suo compagno di squadra e connazionale Emiel Verstrynge ha persino provato a raggiungere il suo compagno di squadra de Tormans. Nell’arco di un giro è riuscito a ridurre della metà il divario e ha iniziato l’ultimo giro a soli dieci secondi dal connazionale. Kamp ha cercato di sbarazzarsi di Hendrikx in un tentativo tutto o niente, ma il bronzo sembrava il più alto possibile. Nel frattempo la vittoria era già perdonata: Wyseure ha assaporato a fondo gli ultimi metri e ha compiuto il gesto della vittoria con il tricolore belga in mano. Verstrynge ha tagliato il traguardo al secondo posto, tifando davanti al compagno di squadra Nys – che ha subito un infortunio alla spalla prima della Coppa del Mondo e da tempo in dubbio – è scattato al bronzo a spese di Hendrikx e Mason. .

Nella gara femminile junior la vittoria è andata a Zoe Bäckstedt. Il diciassettenne britannico, che l’anno scorso ha vinto il titolo mondiale su strada ed è arrivato secondo nella cronometro, è stato di gran lunga migliore di Leonie Bentveld e Lauren Molengraaf.

Léonie Bentveld, Zoe Bäckstedt e Lauren Molengraaf. © BELGA

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.