Leclerc e Sainz alla ricerca di un miracolo a Montecarlo

Charles Leclerc e Carlos Sainz si sono distinti nelle prove libere giovedì a Monte Carlo, ma sanno benissimo che ripetersi il sabato e la domenica, quando Red Bull e Mercedes torneranno con tutte le loro forze, ci vorrà un miracolo dal momento che il differenza mostrato nei precedenti Gran Premi.

Il monegasco pilota di Sky si esprime però fiducia per il momento attuale del Cavallino: “Rispetto alla prima volta qui alla Ferrari, sono cresciuto molto. Veniamo da una stagione 2020 molto difficile e ho imparato molto. Anche per prendere un po ‘meno di rischio quando non è necessario. Ho imparato ad essere più concreto. Per ora sono contento di questo 2021 proprio perché sono riuscito ad essere abbastanza concreto ed è quello che volevo per quest’anno “

“Quindi per ora va tutto bene, ma dobbiamo continuare a lavorare sodo perché i quarti posti non mi fanno impazzire. Se devo sognare Monte Carlo, il sogno è vincere. Solo la vittoria mi permette di farlo. Ma per ora resta così, sarà davvero difficile ”.

Attraverso Carlos Sainz il sogno è piuttosto in prima fila: “Per il momento, stiamo sognando, ma siamo consapevoli che non sarà facile. Sappiamo che Mercedes e Red Bull hanno una macchina superiore: se troveranno la prestazione giusta saranno davanti ”.

“L’ambiente Ferrari è molto buono, la squadra è motivata, abbiamo potuto vedere che non erano soddisfatti di 2020 e voleva mostrare di più quest’anno. Mi è piaciuta la sua reazione Mi piace anche il modo in cui mi trovo con la macchina in queste prime gare. Ho subito avuto un buon feeling con la macchina, che ancora non è quello che vorrei, ma devo dire che il processo di adattamento sta andando molto più velocemente del previsto. Vado forte in qualifica, Ho solo bisogno dei dettagli per rendere il weekend perfetto“.

READ  Roma-Juventus 2-2 - Gli abbracci di Veretout e Ronaldo decidono la partita. VIDEO!

OMNISPORT | 21-05-2021 21:40

F1, Ferrari: Leclerc e Sainz alla ricerca di un miracolo a Monte Carlo Carattere: Getty Images

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *