Leclerc e Sainz spiegano cosa è successo

Per la prima volta in questo Globale i due piloti del Ferrari Li avevamo eliminato in T2: a triste dejà vu ultima stagione. La stalla di Maranello sacrificato il terzo trimestre per attuare il strategia di corsa: il Cavallino ha voluto evitare di innescare il Gran Premio d’Austria con il gomma morbida.

“Ovviamente non possiamo accontentarci di non poter portare nessun pilota in Q3 – ha spiegato il direttore di gara. Laurent Mekies -. Ma mai prima d’ora il risultato delle qualifiche era stato letto in relazione alla gara. Infatti, con questi posizionamenti, avremo la possibilità di scegliere il tipo di pneumatici tanto per cominciare, che dovrebbe rivelarsi un vantaggio su chi ci precede in griglia, che dovrà partire dalle Soft”.

“È proprio in base a questo ragionamento che abbiamo scelto di provare a superare il taglio T2 con la Medium, un gol mancato per un pelo dopo una sessione in cui nove corridori erano bloccati sotto i due decimi con molti di loro che utilizzavano la mescola più morbida”.

“Ci aspettavamo più o meno di non entrare in Q3 – ha confessato. Charles Leclerc, dodicesimo -. Devo dire che uscire dietro una Williams, anche al college, è un po’ meno atteso. Non nego che sono sorpreso di vedere la Williams di Georges Russel davanti a noi oggi, anche considerando che si sono qualificati con le medie. Non è stata una gara perfetta da parte mia. Se guardi il tempo di Carlos e il mio, eravamo molto vicini. Certo, potevo fare meglio qua e là, e lui ha fatto lo stesso, ma eravamo al limite ed era possibile oggi. Partire dal software sarebbe stato per noi particolarmente difficile e siamo felici di non doverlo fare, speriamo di poter sfruttare questa strategia”.

READ  Lorenzo Musetti batte Mmoh a Miami: prima vittoria in un Masters 1000

pertanto Sainz, decimo grazie alla penalità di Vettel: “Il ritmo di gara c’è, di sicuro. Vogliamo vedere come possiamo finire domani davanti a tutti coloro che sono nuovi al soft. Finire davanti a Norris, che parte nella media, sarà praticamente impossibile. Russell è anche nella media. È stata la sorpresa più grande, ma Il motore Mercedes spinge qui, non è che le cose vadano male con Williams. La Williams di quest’anno sta andando molto veloce in linea retta. George mi ha battuto in qualifica la scorsa settimana, Williams era noto per essere bravo. Speriamo di finire dietro a Lando con entrambe le vetture, quindi facciamo ancora punti”.

OMNISPORT | 03-07-2021 23:49

Carattere: Getty Images

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *