L’ex giocatore del PSV Erhan Zahavi si rifiuta di condividere una stanza d’albergo con un compagno di squadra e lascia la nazionale

L’ex giocatore del PSV Erhan Zahavi si rifiuta di condividere una stanza d’albergo con un compagno di squadra e lascia la nazionale

Eran Zahavi è scomparso a causa di una disputa sull’assegnazione di camere d’albergo nella rosa della squadra di calcio israeliana per le prossime partite della Nations League. L’ex giocatore del PSV, capocannoniere di tutti i tempi di Israele con 33 gol, crede che non tornerà nemmeno in nazionale.

“Mi dispiace che ci stiamo separando per una decisione che interferisce con la mia professionalità”, ha scritto Zahavi in ​​una lunga dichiarazione su Instagram.

L’attaccante 35enne è abituato negli ultimi anni ad avere una stanza d’albergo tutta per sé e a non doverla dividere con un compagno di squadra. “Per il semplice motivo che mi alzo presto prima di ogni allenamento o gioco per mangiare, pregare e fare i preparativi mattutini. E la sera vado sempre a letto presto, per essere pronta per il prossimo allenamento o gara.

Tuttavia, il nuovo direttore tecnico Yossi Benayoun, record internazionale di Israele con 101 partite, ha deciso di revocare questo privilegio. Zahavi è stato informato che dovrà nuovamente condividere la sua camera d’albergo con un compagno di squadra della nazionale. L’attaccante, tornato al Maccabi Tel Aviv la scorsa estate dopo due anni al PSV, ha detto di essersi offerto di pagarsi la propria stanza. Tuttavia, il sindacato non era d’accordo.

Zahavi è ormai assente dalla selezione che il nuovo tecnico della nazionale Alon Hazan ha presentato per i duelli con Albania (Nations League) e Malta (amichevole). “Purtroppo, il sindacato ha deciso di non invitarmi a causa della ‘storia della camera da letto’. Con mio grande dispiacere, il mio contributo alla nazionale israeliana finirà probabilmente con questo.

READ  Horner ha quasi visto il titolo mondiale andare a Hamilton: "Cosa devo dire a Verstappen?"

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *