Lo Uaw annuncia accordo con Ford per rinnovo contratto lavoro – Ultima ora

Lo Uaw annuncia accordo con Ford per rinnovo contratto lavoro – Ultima ora

Sciopero alla Ford: Uaw raggiunge un accordo preliminare dopo sei settimane

Dopo sei settimane di sciopero, il sindacato metalmeccanico United Auto Workers (Uaw) ha finalmente raggiunto un accordo preliminare con la Ford per il rinnovo del contratto quadriennale. Questo importante passo avviene in seguito alle richieste del sindacato per contratti record, considerando i profitti record dell’azienda.

Il sindacato ha definito l’accordo una vittoria importante, sottolineando l’importanza dei profitti senza precedenti dell’azienda nello stabilire contratti senza precedenti. Il presidente degli Stati Uniti, Joe Biden, ha elogiato l’accordo e lo ha definito storico, sottolineando l’impegno dell’amministrazione a favore dei lavoratori e dei sindacati.

Tuttavia, l’accordo preliminare dovrà ancora essere sottoposto all’approvazione dei lavoratori. Durante il periodo di votazione, i dipendenti Ford torneranno al lavoro, sperando di ottenere i vantaggi e le condizioni richiesti dal sindacato.

Anche il senatore Bernie Sanders si è congratulato con il sindacato per l’accordo raggiunto con la Ford e ha invitato General Motors e Stellantis a seguire l’esempio, negoziando contratti equi per i propri lavoratori. Sanders ha sottolineato l’importanza di garantire salari dignitosi e condizioni di lavoro adeguate per tutti i dipendenti del settore automobilistico.

Questo accordo preliminare segna un traguardo importante per i lavoratori della Ford e per il sindacato Uaw. Ora spetta ai lavoratori approvare l’accordo e garantire miglioramenti significativi nelle loro condizioni di lavoro. Resta da vedere se General Motors e Stellantis risponderanno all’appello del senatore Sanders e si impegneranno per negoziare contratti migliori per i loro dipendenti, ispirandosi all’accordo raggiunto con la Ford.

READ  Wall Street, landamento nella seduta dell8 gennaio 2024 - Hamelin Prog

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *