“Lukaku e Sanchez non ci saranno, Gaglia si è ripreso. Arbitri torturati? Si può parlare di club”

Alla vigilia della partita contro Parma previsto per domani alle 18, Antonio Conte torna a rispondere alle domande dei giornalisti collegati al Suning Training Center durante la consueta conferenza stampa pre-partita. FcInterNews.it riporta le sue dichiarazioni.

Il Parma è abituato a giocare apertamente. Pensi che domani sarà così?
“Onestamente, credo che il Parma abbia una sua fisionomia. Le squadre di Liverani cercano sempre di giocare a calcio. È inevitabile che dietro ogni partita ci sia sempre una strategia. Come noi, il Parma ce l’ha”.

Come sta Lukaku? Ci sono possibilità di riportarlo al Real Madrid?
“Aveva questo problema muscolare nella partita contro lo Shakhtar quando ha calciato il calcio di punizione. Ha ancora questa stanchezza, è solo per recuperarla nel miglior modo possibile. Sai benissimo che Romelu è importante per noi, così come per gli altri, soprattutto per l’assenza di Sanchez che ha trascinato un problema per la Nazionale. Stiamo monitorando la situazione cercando di agire per il meglio del giocatore e dell’Inter. Sicuramente ci dispiace anche perché in questo periodo ne avremmo avuto bisogno. Stiamo recuperando alcuni giocatori dal Coronavirus, ma ho grande fiducia nei giocatori a disposizione e dobbiamo fare bene a prescindere “.

Sanchez ci sarà per Madrid? Pinamonti è pronto per giocare?
Anche Sanchez non è pronto. Sinceramente bisogna aspettare che i medici e il giocatore diano l’autorizzazione perché a volte troppa voglia di giocare fa prendere al giocatore una decisione sbagliata. Bisogna essere pazienti e provare a vivere quello che sta accadendo, soprattutto per i giocatori perché come ho detto i giocatori devono assumersi grandi responsabilità e devono essere consapevoli delle situazioni perché forzare può avere conseguenze negative per loro e per la squadra. Penso che tutto è necessario fare esperienza soprattutto per i giocatori più che per me o per lo staff medico ”.

READ  Giro d'Italia, 18a tappa (Lacs Pinzolo-Cancano): il Diretto

Per Gagliardini, c’è ancora da aspettare dopo il ritorno di Covid?
“Quello che abbiamo fatto con Young potrebbe essere stato sorprendente, ma abbiamo gestito molto bene l’emergenza con lo staff, cercando di mantenerlo in buona forma a casa. limite perché rischiare che potesse essere un punto interrogativo, allo stesso tempo sapevamo che era allenato e che Perisic aveva bisogno di riposare. Sono tutte situazioni create da un problema momentaneo per il quale dobbiamo fare di necessità virtù. Gagliardini sta facendo bene, si è allenato in casa ei parametri sono buoni. È disponibile per qualsiasi utilizzo e sono felice di riaverlo come centrocampista e gli offensori sono stati molto colpiti in questo periodo dopo la sosta per le nazionali. “

Con il ritorno di Gagliardini, il campo d’azione di Vidal potrebbe andare avanti?
“Arturo è un giocatore che ha raggiunto una maturità importante. Ha fatto grandi esperienze, quando l’ho avuto era molto più offensivo, ha attaccato molto gli spazi e la zona. Adesso sembra più maturo, di più autonomo. Posso chiedergli qualsiasi cosa. guarda le caratteristiche dei centrocampisti molti dei quali sono più offensivi che difensivi. Questo mi porta a chiedere ad Arturo di occupare una posizione più strategica, ma sono davvero contento perché ha noi portava personalità, esperienza, cattiveria, anche lui doveva sempre giocare, in quel momento avevo un po ‘di paura perché era per inattività a Barcellona e giocava anche per la nazionale. Ha risposto molto bene, se c’è la possibilità di dargli una piccola pausa perché altrimenti rischiamo di sovraccaricare i giocatori e di arrivare nelle ultime partite di questa fase davvero serrata.

READ  "Grande onore tornare con lo Sporting 17. Mi adatterò bene al progetto"

Hai avuto alcuni periodi di arbitraggio contro, ma dopo ogni partita non hai commentato né come allenatore né come club. È una scelta precisa?
“Penso che sia giusto fare le valutazioni nei posti giusti e che la società e i dirigenti finiscano per far sentire la loro voce in determinate situazioni. Non va bene che sia sempre l’allenatore a essere esposto, ma da questo punto di vista puntiamo sul calcio e sugli stessi giocatori. Al resto penserà la direzione se ci saranno stati episodi negativi ”.

Sei soddisfatto della prestazione di Brozovic?
“Sono soddisfatto di tutti i giocatori per quello che danno e devo essere doppiamente soddisfatto perché lo hanno fatto in un momento in cui non c’erano alternative. Anche quando ho visto la stanchezza in allenamento, non ho potuto fare a meno di chiedere uno sforzo in più, posso solo essere soddisfatto Brozovic ha giocato le ultime due partite importantissime, sa di avere margini di miglioramento ma io Con lui e con tutti gli altri non posso che essere contento, nessuno è escluso. Stanno facendo bene, c’è una grande disponibilità anche nel difficile da giocare “.

Può Perisic essere una soluzione per la gara di domani? Gervinho può essere giusto per l’Inter?
“Perisic ha già giocato da attaccante in preseason lo scorso anno. Ha caratteristiche che gli permettono di giocare da attaccante e può essere un’importante alternativa nel duo offensivo. Cercheremo di continuare sulla strada che abbiamo scelto Pinamonti è tornato all’Inter, deve crescere e mangiare pane duro ma ha una grande attitudine e applicazione, ha colto la nostra idea e deve quindi rappresentare un’alternativa come Lukaku e Sanchez non sono presenti e che Lautaro sta ancora giocando.Fate attente valutazioni. Per quanto riguarda i giocatori delle altre squadre, non parlo di loro. Gervinho è un ottimo giocatore, ha fatto cose molto buone ma ho molto rispetto per lui e soprattutto per i miei giocatori. Sono contento di quello che ho e non penso a gennaio, ma solo fino a domani perché abbiamo una partita difficile “.

READ  Lo rassicura Osimhen, ma Gattuso sta già valutando un'alternativa per il Milan

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *