Lukaku guida il Belgio al secondo turno. Danimarca, un’impresa per Eriksen

ROM – Il Belgio continua la sua corsa battendo i finlandesi di San Pietroburgo ancora sotto il segno di Lukaku, vincendo il girone B e vincendo gli ottavi di finale che si giocheranno domenica (ore 21) contro un terzo (tra i gironi A, D, E ed F ). L’impresa della serata, però, spetta alla Danimarca, che a Copenaghen schiaccia 4-1 la Russia (gol di Damsgaard, Poulsen, Christensen e Maehle) e nonostante le due sconfitte precedenti passa seconda e sabato sfiderà il Galles (ore 18) . La Finlandia aspetta (con poche occasioni), chiude al terzo posto per differenza reti negli scontri diretti.

Finlandia-Belgio 0-2, Lukaku in vantaggio

Martinez si affida a Lukaku e Hazard in attacco, tenendo a riposo Mertens. In mezzo al campo Witsel e De Bruyne. Kanerva risponde invece con Pukki e Pohjanpalo in avanti. Il centrocampista del Manchester City è subito protagonista con un inserimento in area che crea panico tra i difensori finlandesi. Il Belgio spinge, ma gli spazi sono pochi e serve una partita per sconvolgere gli equilibri. Al 40′ Doku ci prova di coda sulla sinistra, ma Hradecky è bravissimo a spingere il destro sul secondo palo. Nella ripresa il Belgio continua a spingere e Hradecky torna protagonista con una superba parata su Hazard al 18′. La Finlandia devia e poco dopo Lukaku segna, ma Var annulla per posizione di fuorigioco dell’attaccante dell’Inter. Il Belgio ci crede e riesce a sbloccare il risultato al 28′: su un colpo di testa di Vermaelen che colpisce il palo, Hradecky fa scivolare la palla in porta. Un colpo troppo duro per la Finlandia che si arrende e al 35′ subisce il 2-0 della finale firmato da Lukaku.

READ  Milan: è fatto per l'acquisto di Rebic, l'annuncio nelle prossime ore. Andrè Silva all'Eintracht | Prima pagina

FINLANDIA-BELGIO, TABELLA E STATISTICHE

Dai un’occhiata alla gallery

Lukaku straripa: il Belgio batte la Finlandia 2-0

Russia 1-4 Danimarca, Damsgaard e Maehle segnano

Hjulmand si affida al tridente formato da Wass, Poulsen e Braithwaite, con Damsgaard a centrocampo e Kjaer al centro della difesa. Cherchesov, invece, si affida a Dzyuba, supportato dagli inserimenti di Miranchuk e Golovin. Il centrocampista monegasco è protagonista al 17′ con una bella accelerazione centrale che Schmeichel riesce a fermare con una parata a terra. La Danimarca non c’è e risponde subito dopo con un gran tiro da fuori area di Hojbjerg che colpisce il palo. La squadra di Hjulmand si riprende coraggio e va in vantaggio al 38′ con un capolavoro di Damsgaard, che sorprende Safonov dai venti metri con un destro potente e preciso. Nella ripresa la Russia prova a mettere in difficoltà i danesi, ma l’attacco non è molto efficace e la difesa regala al 14′ un pallone clamoroso che Poulsen deve solo spingere in porta. La Danimarca festeggia e viene distratta assegnando a Dzyuba un rigore per 2-1, ma questo non cambia molto. La squadra di Hjulmand ha reagito subito e in 3′, tra il 34′ e il 37′, ha concluso l’allenamento con i gol di Christensen e Maehle.

RUSSIA-DANIMARCA, TABELLA E STATISTICHE

Damsgaard e Maehle allenano la Danimarca al secondo turno. Russia ko

Dai un’occhiata alla gallery

Damsgaard e Maehle allenano la Danimarca al secondo turno. Russia ko

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *