Marc Soler vince la tappa della Vuelta, Primoz Roglic perde la maglia rossa |  Bicicletta

Marc Soler vince la tappa della Vuelta, Primoz Roglic perde la maglia rossa | Bicicletta

Wright avrebbe dovuto essere il secondo a Bilbao per diventare il nuovo leader dei bonus. Ora è il francese Rudy Molard a far parte anche del gruppo di testa. Il pilota Groupama-FDJ prende il comando della classifica da Primoz Roglic. La sua squadra Jumbo-Visma non ha fatto alcuno sforzo per difendere la maglia rossa dello sloveno.

Marc Soler ha conquistato la vittoria di tappa.

Marc Soler ha conquistato la vittoria di tappa.

Molard, che ha visto il gruppo finire con Roglic più di 5 minuti dopo, è in classifica con 2 secondi di vantaggio su Wright. Il tedesco Nikias Arndt del Team DSM è terzo a poco più di 1 minuto. Giovedì è probabile che la classifica venga nuovamente ribaltata durante la prima tappa di montagna con l’arrivo dopo la salita dell’Ascensión al Pico Jano, uno dei due passi della finale.

Grande giornata per Molard

Per Soler (28) è stata la sua seconda vittoria di tappa alla Vuelta dopo una vittoria nel 2020, allora ancora al servizio di Movistar. Aveva notato all’inizio del percorso solo un distacco di 2 minuti sul gruppo di testa. Lì conobbe Molard e il talento britannico Wright che, dopo che fu chiaro che Jumbo-Visma aveva dato la sua approvazione al volo, seppe di essere i contendenti a prendere in consegna la maglia di Roglic. Alla fine Molard ce l’ha fatta grazie ai 2 secondi bonus guadagnati lungo il percorso e al fatto che Soler è rimasto proprio davanti al gruppo, dopo aver catturato per primo il britannico in fuga Jake Stewart.

Molard (32) ha già indossato la maglia di leader per quattro giorni alla Vuelta quattro anni fa, un round che ha dovuto lasciare lo scorso anno dopo una pesante caduta. “È un grande giorno per me”, ha detto. “Ho già discusso di questo piano con i miei compagni di squadra ieri. Sapevo che era possibile, anche se Jake Stewart era molto forte e con tutti quegli attacchi diventava piuttosto confuso nel finale di gioco. Ma sapevo che dovevo solo tenere d’occhio Fred Wright. Il fatto che Soler se ne fosse andato mi ha fatto bene. E fortunatamente, Impey era ancora lì.

READ  Horner ripensa all'urlo di Wolff: "Improvvisamente ho visto Toto sotto una nuova luce"

Newsletter Telesport

Ogni giorno le notizie sportive più importanti, i risultati, le analisi e le interviste.

Indirizzo email non valido. Si prega di compilare di nuovo.

Giglio qua la nostra politica sulla privacy.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *