Maria Monsè porta la figlia di 14 anni dal chirurgo plastico. Scoppia la polemica, Selvaggia Lucarelli: “Assistenti sociali subito”


Maria Monsè porta la figlia di 14 anni dal chirurgo plastico. La polemica esplode, Lucarelli selvatici: “Subito assistenti sociali“. Nel settimanale Nuovo, Maria Monsè ha rivelato di aver portato la figlia Perla Maria dal chirurgo per un ritocco al naso.

Leggi anche> Elisabetta Gregoraci, la sconvolgente indiscrezione di Barbara D’Urso: “Il matrimonio con Briatore? Ecco la verità, non era quello che sembrava “

Il direttore del Nuovo Riccardo Signoretti, sul suo profilo Instagram, pubblica l’anticipazione: “Primo ritocco a 14 anni. Maria Monsé porta la figlia Perla Maria dal chirurgo estetico per correggere la “protuberanza” sul naso. E racconta tutti i dettagli al settimanale Nuovo. “Voleva correggere un piccolo difetto e io ho detto di sì”, spiega Monsè. “Perché una madre non dovrebbe rendere felice la sua bambina?” Chiede. Tuttavia, molti volti noti affermano che “Perla Maria è troppo giovane per essere ritoccata”. Chi ha ragione?

Ne avrebbe parlato anche l’ex gieffina nel soggiorno di Barbara D’Urso. “Mia figlia ha un naso complesso perché ha una piccola protuberanza. Abbiamo consultato uno psicologo che ci ha dato il via libera e procederemo con un rinofiller“avrebbe detto Maria Monsè. Ma la conduttrice lo avrebbe rimproverato: “Devi dire di no ai tuoi figli, il mio psicologo mi ha sempre detto che era giusto dire di no“.

La polemica è scoppiata sui social network. Non molto tempo fa, Selvaggia Lucarelli ha commentato la vicenda con un post su Facebook: “Non so se mi dà più fastidio che tua figlia minorenne rifaccia il naso o che mostri tutto sulla copertina di una rivista. In ogni caso subito assistenti sociali“.

READ  Non riconoscono Kanye West e insultano Emma per una foto con lui, lei si lascia sfuggire: "Sei la feccia di questo paese"


Ultimo aggiornamento: martedì 29 settembre 2020, ore 22:30

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *