Mauro Bellugi: gambe amputate all’ex Inter dopo il Covid

L’ex difensore dell’Inter ha raccontato la sua terribile esperienza con il virus durante una videochiamata con Serafini: ‘Prendo le protesi da Pistorius’

Entrambe le gambe sono state amputate dopo aver contratto il Covid. È quello che è successo a Mauro Bellugi, 70 anni, difensore a cavallo tra gli anni ’60 e ’70 con le maglie di Inter, Bologna, Napoli e Pistoiese e con quella della Nazionale. Lo ha raccontato lui stesso durante una videochiamata con il giornalista Luca Serafini, sul sito altropensiero.net.

Chirurgia

Ricoverato in ospedale ai primi di novembre dopo il prelievo positivo, Bellugi ha visto le sue condizioni peggiorare al punto da doversi sottoporre ad un intervento chirurgico agli arti inferiori. “Il Covid mi ha anche tolto una gamba che ho segnato contro il Borussia Mönchengladbach”, ha detto l’ex difensore che ha segnato l’unico gol della sua carriera contro i tedeschi, nella partita di Coppa dei Campioni del 3 novembre 1971 , vinto 4-2 dall’Inter. Bellugi però non si è arreso e ora pensa alle protesi per ricominciare a camminare. “Prendo quelli di Pistorius”, ha scherzato con Serafini.

READ  "Conte eroe della storia dell'Inter, se vince lo scudetto. Derby? Lukaku sarà decisivo"

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *