Meite, il perfetto impegno digitale nel centrocampista del Milan

Paolo Maldini e Frédéric Massara hanno finalmente avanzato il primo pedone. Sulla scacchiera del calciomercato invernale, infatti, il Milan si è mosso bene al momento giusto. In un campionato dove infortuni e Covid vanno di pari passo nelle squadre di Serie A, i rossoneri hanno voluto colmare il vuoto delle mediane con l’acquisto di Soualiho Meite, centrocampista classe 94 del Torino.

IMPEGNO DIGITALE – Il Milan ha voluto cogliere questa occasione, come detto in precedenza, per aumentare la mediana. Con il francese Stefano Pioli potrà contare su due coppie: l’armatore composto da Kessie e Bennacer e quello di riserva composto da Tonali e Meite. Quattro giocatori complementari che danno all’allenatore l’alchimia perfetta per il resto della stagione a venire. E, inoltre, in caso di buone prestazioni, il club di via Aldo Rossi potrà acquistare a basso prezzo il nativo di Parigi.

GAMBA E QUANTITÀ – Molto simile a Franck Kessie, Soualiho Meite è un centrocampista di fondo con grande affidabilità tattica. Cresciuto ad Auxerre, ha avuto modo di maturare anche nei vivai di una delle nazionali più forti per diversi anni, soprattutto in Francia. Questa esperienza, nata negli under 16 e durata circa 4 anni, collocherà subito il giocatore in un grande club. Soualiho è lì.

if (ok == 1) bannerok[zona].push(banner[zona][i]); }

bannerok[zona].sort(function() {return 0.5 - Math.random()}); } banner = bannerok; var banner_url="https://net-storage.tccstatic.com"; var banner_path="/storage/milannews.it/banner/" function asyncLoad() { if (azione == 'read' && TCCCookieConsent) { var scripts = [ "https://connect.facebook.net/it_IT/all.js#xfbml=1", ]; (function(array) { for (var i = 0, len = array.length; i < len; i++) { var elem = document.createElement('script'); elem.type="text/javascript"; elem.async = true; elem.src = array[i]; var s = document.getElementsByTagName('script')[0]; s.parentNode.insertBefore(elem, s); } })(scripts); } setTCCCookieConsent(); } if (window.addEventListener) window.addEventListener("load", asyncLoad, false); else if (window.attachEvent) window.attachEvent("onload", asyncLoad); else window.onload = asyncLoad; function resizeStickyContainers() { var stickyFill = document.getElementsByClassName('sticky-fill'); for (i = 0; i < stickyFill.length; ++i) stickyFill[i].style.height = null; for (i = 0; i < stickyFill.length; ++i) { var height = stickyFill[i].parentElement.offsetHeight-stickyFill[i].offsetTop; height = Math.max(height, stickyFill[i].offsetHeight); stickyFill[i].style.height = height+'px'; } } document.addEventListener('DOMContentLoaded', resizeStickyContainers, false); // layout_headjs function utf8_decode(e){for(var n="",r=0;r

READ  i numeri dell'accordo Con il Chelsea parliamo...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *