6 regole per allenare il cervello

Mantieni la tua mente attiva e lucida per una migliore qualità della vita. Suggerimenti e strategie che vanno dall’alimentazione alle piccole abitudini quotidiane che fanno la differenza.

Sebbene sia vero che il file Memoria è una donna, come sostiene uno studio di Andrew Christensen, un ricercatore dell’Università della California che ha scoperto che la donna è di più “emotivo“Rispetto a quello degli uomini, servirà anche capire come mantenerlo in vita.

Per rivelare i segreti di a cervello sempre brillante ed efficiente Matteo salvo, detentrice del Guinness World Record per la memoria e vincitore dell’International Master of Memory al World Memory Championship: “per caricarsi e ottenere risultati importanti è padronanza tecniche di memoria, come Mappe mentali“.

significava che 2Ecco i suggerimenti di esempio:

  1. Lunga vita curiosità: anche il muscolo cerebrale deve essere mantenuto in vita stimolando la curiosità e lasciandosi andare abitudini apertura alle notizie e relazioni sociali, che ci inducono anche a mettere in discussione le nostre strutture cognitive e caratteriali. Qualche esempio? Cambia il percorso verso l’ufficio, scopri nuove combinazioni di colori, incontra nuove persone, Viaggiare e confrontarsi con culture diverse.
  2. Spirito “collegato“, Ma non troppo: l’uso di Smartphone e dei Social networks e il potenziale ricordano le tecnologie digitali in continua evoluzione stimoli apprendere che è sempre nuovo, a patto, però, che si evitino forme dannose di dipendenza.
  3. Mente in Palestra: lettura, il meditazione, o anche un semplice cruciverba stimola i neuroni delippocampo aiuta con la funzione di memoria a breve e lungo termine.significava che 3
  4. Mangia pulito: per una dieta a prova di memoria, è meglio includere cibi non raffinati e minimamente trasformati, come riso integrale rispetto alla pasta. Quando ci si concede uno spuntino fuori pasto, è meglio privilegiare un frutto di stagione o un centrifuga di verdure contro uno spuntino.
  5. Ordinario attività fisica: praticare sport in modo continuativo, almeno tre volte alla settimana, promuovendoattività aerobica, aiuta a mantenere il cervello sempre ossigenato ed efficiente.
  6. Qualità del sonno: il riposo è un aspetto fondamentale per mantenere lo spirito giovane ed è importante quanto il tempo di recupero per un atleta. Non è necessario dormire molto, ma per favorire una tregua di qualità, anche più breve.
READ  Intervento innovativo a Siena per il morbo di Parkinson: elettrodi direzionali e 'sensibili' impiantati nel cervello


Sandra Tomassini


Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *