Messico, aspirante sindaco ucciso dalle bande durante un comizio. Nel Paese 34 candidati uccisi dalle bande in preparazione alle elezioni

Hanno fatto irruzione nella campagna elettorale e lo hanno chiesto esplicitamente. Poi le hanno sparato, uccidendola e ferendo altre due persone. È morta così, a Moroleon, nello stato messicano di Guanajuato, Alma Barragan, imprenditore candidato sindaco del Movimento cittadino. Con il suo omicidio il numero di candidati uccisi in tutto il paese alla vigilia delle elezioni del 6 giugno è salito a 34 La stragrande maggioranza era in lizza per il nomina o corri per addebiti gente del posto.

Presidente Andres Manuel Lopez Obrador ha detto che l’omicidio era “senza dubbio” opera di bendato di criminalità organizzato. In effetti, gli esperti ritengono che le bande del sentiero vogliono posizionare i candidati vicino a loro nei municipi e nelle amministrazioni comunali, in modo che possano operare senza interferenza ed essere in grado di estorcere denaro dalle imprese locali e dai bilanci del governo. Lopez Obrador ha detto che le bande stavano uccidendo i candidati per spaventare gli elettori lontano dalle urne. “Quando c’è molto astensione, le mafie dominano elezioni“ha detto il presidente. Moroleon, città dove era candidata Barragan, si trova vicino al confine con lo stato di Michoacán, colpita anche dalla violenza del cartello della droga. Il cartello ribelle di Jalisco combattuto bande locali sostenute dal cartello di Sinaloa per il controllo di Guanajuato.

Il coordinatore del partito Movimento Cittadino, Clemente Castañeda, ha invitato le autorità a indagare a fondo sull’incidente arrestando i responsabile omicidio e, più in generale, per garantire la sicurezza manifestazioni elettorali “dopo questo brutale attentato”. donna d’affari, commerciante, proprietario di officine e negozi, Barragan aveva 60 anni. Aveva promesso che, se fosse stata eletta sindaco, avrebbe dato i primi tre anni del suo stipendio per costruire un Moroleon un orfanotrofio, combattendo la corruzione e rafforzando la sicurezza della città.

READ  L'estratto conto corrente: perché è decisivo per il 730

Sostieni ilfattoquotidiano.it: mai come adesso non abbiamo bisogno di te

In questi tempi difficili e straordinari, è fondamentale garantire informazioni di qualità. Per noi ilfattoquotidiano.it gli unici maestri sono i lettori. A differenza di altri, vogliamo offrire un giornalismo aperto a tutti, senza paywall. Il tuo contributo è fondamentale per permetterci di farlo.
Diventa anche tu un sostenitore

Grazie,
Peter Gomez


ilFattoquotidiano.it

Supporto ora


Pagamenti disponibili

Articolo precedente

La Germania si scusa con la Namibia e riconosce il genocidio di Herero e Namas dei primi del 900: donerà 1,1 miliardi in 30 anni

seguente


Articolo successivo

La BBC, la conduttrice di Lisa Show, è morta pochi giorni dopo la prima dose di AstraZeneca. “Coaguli di sangue e sanguinamento”

seguente


Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *