Migliaia di persone perdono le prime note dei Red Hot Chili Peppers a causa delle linee affollate: “Ho cinque metri in dieci minuti” |  Nimega eo

Migliaia di persone perdono le prime note dei Red Hot Chili Peppers a causa delle linee affollate: “Ho cinque metri in dieci minuti” | Nimega eo

con videoNIJMEGEN – Diverse migliaia di persone hanno la partenza dei Red Hot Chilipepers concerto perso nel Goffertpark a causa di una grande folla a uno dei cancelli d’ingresso. ,, C’è un’altra riga? Stai scherzando!”


Ci sono diversi motivi per il disordine. Innanzitutto, uno dei due ingressi – situato sul lato della stazione di Nijmegen Goffert – è molto più trafficato dell’ingresso della fattoria didattica del parco. I visitatori che sono venuti in treno vedono un solo ingresso e camminano ignari in coda. Le cose vanno meglio allo zoo.

Inoltre è possibile accedere al luogo del concerto solo con un biglietto elettronico, i biglietti cartacei sono stati vietati. Molti visitatori hanno dimenticato di scaricare il biglietto elettronico a casa e hanno dovuto scaricarlo online, il che ha causato ulteriori ritardi. Altri visitatori affermano che metà delle porte d’ingresso sono state utilizzate solo.

La sicurezza interviene

Alle nove meno un quarto esatte, quando l’orchestra inizia a suonare, interviene la sicurezza. Alle persone che fanno la fila da tempo viene detto di andare all’altro ingresso. “Un’altra voce? grida un giovane sorpreso. “Non sapevo nemmeno che fosse lì.”

READ  "Violentata dal produttore a 19 anni e rimasta incinta per strada"

Lucas van Veldhuizen dice di aver aspettato in fila per dieci minuti buoni. ,,E potrei essere avanzato di cinque metri lì dentro”, ha detto. ,,I miei amici sono già dentro. Se ora devo aspettare un’altra mezz’ora, sarò piuttosto scontroso”.

Mezz’ora dopo l’inizio del concerto, l’affluenza diminuisce e tutti coloro che hanno un biglietto sembrano arrivati.

Picnic di massa nel parco

Fuori dal parco della fattoria didattica, almeno un migliaio di persone stendono i loro tappeti sull’erba come al solito e spuntano le birre. Questi cosiddetti “freerider” non hanno i biglietti, ma questo non dovrebbe rovinare il divertimento. Alcuni potrebbero passare una serata più piacevole, dopotutto non ascoltano per niente.

Tra questi c’è Harry van Gennip. Bici alla mano, sfrutta la pista ciclabile ‘Les Poivrons’. ,,Io abito a cinquecento metri di distanza, quindi se c’è un concerto vengo sempre a guardare. Non l’intero concerto, attenzione. Tornerò presto.”

Fuori dall'area del concerto, centinaia di persone ascoltano sui materassini.

Fuori dall’area del concerto, centinaia di persone ascoltano sui materassini. © Jip Drumen

I filmati dei droni mostrano quanto sia impegnato a De Goffert:

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *