Milva è morta, addio alla storica voce della canzone italiana. Aveva 82 anni

Lutto nel mondo della musica. Se ne va a 82 anni Milva, voce storica della canzone italiana. Soprannominata “La Rossa” per il colore dei suoi capelli – Enzo Jannacci le ha persino scritto una canzone con quel titolo – ha girato palcoscenici in tutto il mondo e ha realizzato oltre sessanta album. Nato a Goro, in Emilia-Romagna, il 17 luglio 1939, durante la sua carriera, ha partecipato 15 volte al Festival di Sanremo, record di presenze che detiene con Peppino Di Capri, Toto Cutugno e Al Bano. Nel 2010, dopo aver pubblicato il terzo album scritto e prodotto per lei da Franco Battiato (dopo Milva and Surroundings nel 1982 e Waking the Sleeping Lover nel 1989), intitolato “ I Know No Patrizio ” ed entrato subito nella top 20 dei dischi più venduti in Italia, aveva annunciato il suo addio alle scene, dopo mezzo secolo in scena. La cantante, il cui vero nome è Ilvia Maria Biolcati, è morta oggi nella sua casa di Milano.

Nel corso della sua lunga carriera Milva è passato dalla canzone popolare al teatro di Giorgio Strelher, passando per le musiche di Franco Battiato, Ennio Morricone, Astor Piazzolla, le canzoni dei grandi compositori greci, francesi, tedeschi e molto altro, compresi i successi sul palco del Festival di Sanremo ma anche quelli sui palchi di tutto il mondo. La sua statura artistica è stata ufficialmente riconosciuta dal Repubbliche italiane, francesi e tedesche, chi lo ha dato grandi onori. “Milva è stata una delle interpreti più intense della canzone italiana. La sua voce ha suscitato profonde emozioni in intere generazioni ”, ha commentato il ministro della Cultura Dario Franceschini. “Una grande italiana, un’artista che, dalla sua amata terra, è salita sui palcoscenici internazionali per avere successo mondiale e innalzare il nome del suo Paese. Addio pantera di Goro ”.

READ  personaggio, social media e molto altro ancora

Sostieni ilfattoquotidiano.it: se credi nelle nostre battaglie, combatti con noi!

Supporto ilfattoquotidiano.it significa due cose: permetterci di continuare a pubblicare un giornale online ricco di informazioni e informazioni, gratuito per tutti. Ma anche per essere parte attiva di una comunità e per fare la nostra parte per condurre insieme le battaglie in cui crediamo con idee, testimonianze e partecipazione. Il tuo contributo è essenziale.
Supporto ora

Grazie,
Peter Gomez


Supporto ora


Pagamenti disponibili

Articolo precedente

Helen McCrory muore, addio all’attrice protagonista di Harry Potter e Peaky Blinders. Aveva 52 anni

seguente


Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *