Muore a 29 anni l’ex giocatore dell’Ajax Jody Lukoki

Muore a 29 anni l’ex giocatore dell’Ajax Jody Lukoki


9 maggio 2022 – Jody Lukoki è morto all’età di 29 anni. La causa della morte è ancora sconosciuta. L’attaccante ha iniziato la stagione con l’FC Twente ma era rimasto senza club da metà febbraio dopo la risoluzione del suo contratto. I giocatori del club di Enschede sono stati informati lunedì mattina della morte del loro ex compagno di squadra.

Muore a 29 anni l'ex giocatore dell'Ajax Jody Lukoki


Rendi questa serata più emozionante e divertente: scommetti su una partita di calcio e ricevi fino a € 50,00 extra come bonus di benvenuto su Jacks.nl con il tuo primo deposito!
Gioca consapevolmente 18+, hands24x7.nl

Lukoki è nato nella Repubblica Democratica del Congo ed è arrivato nei Paesi Bassi da bambino a causa della guerra nel paese. Ha mosso i suoi primi passi in campo da calcio al VVA/Spartaan e al VV Young Boys prima di essere ammesso al settore giovanile dell’Ajax.

Il 19 gennaio 2011, Lukoki ha debuttato nella prima squadra dell’Ajax sotto Frank de Boer. Lo ha fatto come sostituto in The Classic contro il Feyenoord. Il suo esordio sarà ricordato soprattutto perché ha regalato una panna sulla linea di fondo a un Tim de Cler. Lukoki si è quindi scusato per l’azione.

Lukoki ha giocato un totale di 35 partite ufficiali per l’Ajax, ma ciò non ha portato a una vera svolta. Nella stagione 2013/14 è stato ceduto in prestito all’SC Cambuur. Ha poi continuato la sua carriera al PEC Zwolle e un anno dopo si è trasferito al Ludogorets bulgaro per un milione di euro.

Lukoki ha collezionato quattro presenze in Champions League con il Ludogorets. Dopo aver vinto quattro titoli nazionali, l’attaccante ha lasciato la Bulgaria, dopodiché il turco Yeni Malatyaspor lo ha prelevato. Lukoki è venuto al Twente la scorsa estate. Durante la preparazione ha subito un grave infortunio, a causa del quale non ha mai giocato una partita per il club di Enschede. Il suo contratto è stato rescisso tre mesi fa dopo essere stato dichiarato colpevole di violenza domestica.

READ  Jonker spera che Orange si riprenda poco prima del duello cruciale: "Non posso fare magie" ORA

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *