Nacer Bouhanni ricoverato in ospedale dopo una caduta durante il Giro di Turchia

Nacer Bouhanni ricoverato in ospedale dopo una caduta durante il Giro di Turchia

lunedì 11 aprile 2022 alle 19:35

Aggiornare

Arkéa-Samsic dovrà fare a meno di Nacer Bouhanni nelle prossime tappe sprint del Giro di Turchia. Il francese è caduto durante la seconda tappa della corsa a tappe turca ed è stato portato in ospedale.

Non si sa ancora quale sia il danno esatto per il conducente 31enne. Il suo datore di lavoro Arkéa-Samsic ha tramite i social network faglielo sapere che il velocista francese è stato portato in ospedale dopo l’incidente, ma mancano ancora ulteriori informazioni. Bouhanni è stato il leader dello sprint di Arkéa-Samsic nel Giro di Turchia. All’andata, arrivando a Kuşadasi, ha tagliato il traguardo al diciassettesimo posto.

Bouhanni è già riuscito a raggiungere diversi posti d’onore in questa stagione. È arrivato secondo alla Clásica de Almería e alla Milan-Torino e terzo alla Minerva Classic Brugge-De Panne. Due settimane fa ha siglato la sua prima vittoria del 2022 in Francia: Bouhanni si è dimostrato il più veloce a La Roue Tourangelle.

Arkéa-Samsic vorrà dimenticare la seconda tappa del Giro di Turchia il prima possibile. L’altro caposquadra, Nairo Quintana, è caduto due volte durante la tappa. L’ultimo incidente è avvenuto a poco più di tre chilometri dal traguardo, a seguito del quale il grande favorito colombiano ha perso tempo prezioso per la vittoria assoluta. (14:02)


Aggiornare

Il filmato dell’incidente di Nacer Bouhanni è emerso sui social media. Il francese è caduto con diversi corridori dopo un’azione pericolosa di un uomo apparentemente confuso che camminava lungo la strada. Un passante o un poliziotto con un giubbotto giallo tenta di salvare la situazione trascinando di lato il deambulatore vestito di nero, provocando una grave collisione.

READ  Inter-Juventus: Lukaku ha un affare in sospeso con CR7

Anche lo sprinter spagnolo Manuel Peñalver ha dovuto arrendersi dopo questa caduta.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *