Napoli-Benevento 2-0: gol di Mertens e Politano

Un gol in ogni tempo per la squadra di Gattuso che esce dopo l’eliminazione in Europa League. Espulso in finale Koulibaly per doppia ammonizione

Il Napoli ha ritrovato vittoria e serenità, regolando il Benevento in un derby a tratti piacevole e comunque controllato dalla squadra di Gattuso che, recuperando alcuni giocatori, ha iniziato a ritrovare l’equilibrio e l’efficienza delle manovre. E non a caso accade la notte in cui torna Dries Mertens, segnando un gol opportunista e aprendo la strada alla sua squadra. Ora il Napoli, che ha divorato i punti di quasi tutte le squadre che lo precedono (escluse Inter e Atalanta), può partire con un pizzico di entusiasmo all’inseguimento di questo quarto posto che vale la Champions League.

Risorse

Gattuso rilancia la vecchia guardia con Mertens in attacco e il terzino sinistro Ghoulam. L’albero di Natale tipico di Pippo Inzaghi (in tribuna, squalificato) è lo stesso di domenica scorsa contro la Roma contro il Vigorito. L’unica eccezione è l’assenza di Glik per squalifica (Tuia è al centro) e non è cosa da poco considerando che il polacco ha sempre guidato la difesa del Benevento fino ad ora. I giallorossi restano bassi e compatti e il Napoli inizia quindi un’opera di aggiramento che funziona tatticamente. Con Ghoulam e Zielinski a sinistra e Politano a destra che raggiunge il fondo incrociando palloni bassi e stretti, sui quali Mertens non riesce mai a trovare il tocco vincente. I cambi di gioco servono in modo da aprire la doppia linea sannitica e in una situazione del genere Ghoulam, proprio in zona, tira con il sinistro, palla sporca su cui Mertens riesce a centrare qualche passo e segna su uno. i suoi bersagli preferiti. . Da allora il belga ha segnato 5 gol in 4 partite al Benevento. Tocca ora ai giallorossi alzare un po ‘il baricentro. Con Depaoli (ben servito da Caprari), ad agganciare Meret, attento anche al prossimo corner di Viola. Peccato per il Napoli che Zielinski ha trovato un altro bel gol con il sinistro dal limite, rete annullata per fuorigioco da Insigne che infastidisce Montipò in traiettoria.

READ  Atalanta Genoa 0-0, highlights: Hateboer colpisce il palo

Passa Politano

Nella ripresa Inzaghi inserisce Roberto Insigne, al posto di Schiattarella, con Viola che cade da centro a centro campo. Subito dopo entrano anche Sau e l’argentino Gaich per rafforzare l’attacco. Ma l’unica azione degna di nota è un cross di Depaoli su cui colpisce di testa Hetemaj: la conclusione viene bloccata senza problemi da Meret. Poi si accende Lorenzo Insigne, primo con uno dei suoi tiri appena fuori, con Montipò spettatore. Il capitano passa così un delizioso pallone verso il secondo palo che Politano spinge in porta per il raddoppio di sicurezza. Il Napoli se la cava con una certa autorità, finché … “al 5 ‘” arriva Koulibaly che prima divora il 3-0 di testa sbagliata a pochi passi (ottimo corner di Ghoulam) poi commette fallo in attacco. è stupido e inutile che induca Abyss a tirare fuori il secondo giallo ed espellerlo a dovere. Gattuso entra Maksimovic e va al 4-4-1 in cui l’unico attaccante è Elmas. Il Benevento però non si fa pericoloso e l’unica conclusione, lontana e centrale, è il napoletano Letizia.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *