“Non adatto a Mathieu van der Poel, nessun problema per Jasper Philipsen”

“Non adatto a Mathieu van der Poel, nessun problema per Jasper Philipsen”

Mercoledì 12 luglio 2023 alle 7:30

video

Faceva caldo a Issoire martedì. Molto caldo. I termostati dentro e intorno alla sala stampa a un certo punto segnavano 43 gradi Celsius. Una feroce battaglia doveva andare alla fuga del giorno, con Mathieu van der Poel e Wout van Aert osservati con sospetto. Dove l’olandese era fuori forma, al belga mancavano le gambe. Alla fine la vittoria è andata a Pello Bilbao e ha fatto venire la pelle d’oca a tutti. Questo e molto altro in una nuova Aggiornamento flash in bicicletta!





Leggi anche:

Puoi leggere queste storie nella nuova edizione Tour della rivista RIDE



La vittoria di Bahrain Il vittorioso corridore di Bilbao ha fatto scalpore tra il pubblico del ciclismo. “Ciò è dovuto alla morte di Gino Mäder, deceduto un mese fa al Tour de Suisse”, spiega Youri. “In consultazione con la sua famiglia, l’organizzazione del Tour non ha rilasciato il numero 61; Mäder normalmente aveva corso il Tour. Lo svizzero ha sempre guidato per una buona causa. Per ogni corridore che ha lasciato per tappa, ha donato un euro a questa causa. Dopo la sua morte, Bilbao in particolare ha deciso di continuare questo gesto. Mi fa venire la pelle d’oca.

La tappa di martedì è stata forse la più noiosa dopo un giorno di riposo: su e giù, mentre il sole cocente. Diversi piloti hanno dovuto abbassare la testa, compreso Fabio Jakobsen. “Era nel sacco e poi nelle ceneri”, ha visto Yuri dalla prima fila. “Dubitava di tutto: se si fosse allenato abbastanza e se fosse stato abbastanza bravo. Alla fine della giornata, era felice che anche Caleb Ewan stesse faticando. Subito mercoledì, perché i corridori si aspettano poi un altro sprint di massa a Moulins.

READ  F2 / Feature Race posticipata di mezz'ora - Formule

Tutti gli occhi sono puntati su Jasper Philipsen. “Ha vinto tutti gli sprint di massa che c’erano”, osserva Maxim. “A meno che non includi Limoges, allora ha perso una volta. Ma ci sono tanti altri dirottatori sulla costa: Caleb Ewan, Phil Bauhaus, Sam Welsford, Jakobsen e anche Dylan Groenewegen”. Jordi Meeus spiega poi come battere Philipsen, che potrebbe dover fare a meno di Van der Poel. “Ma in effetti, non era quello previsto in inverno prendere. Prima è stato Jonas Rickaert poi Ramon Sinkeldam. Sono anche qui.

E inoltre…
Wout van Aert e Arthur van Dongen rispondono alle insistenti voci secondo cui il leader belga della Jumbo-Visma tornerà a casa mercoledì. Inoltre, un rapporto presta molta attenzione anche alla squadra olandese per la Coppa del Mondo, annunciata martedì. Youri ha fatto una videochiamata con l’allenatore della nazionale Koos Moerenhout e gli ha chiesto perché non ha scelto Mike Teunissen e Danny van Poppel, per esempio, ma Olav Kooij. Anche Dylan van Baarle, Mathieu van der Poel e Groenewegen hanno voce in capitolo.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *