“Non avevo altra scelta che espormi al virus”

In un video girato in ospedale e pubblicato su Twitter, Donald Trump afferma di non averlo avuto altra scelta che rischiare l’esposizione al virus. Il presidente spiega che non poteva isolarsi alla Casa Bianca, non vedere e parlare con nessuno. Questa è l’America, questi sono gli Stati Uniti, siamo il paese più grande e potente del mondo, ha continuato, discutendo un vero leader deve affrontare i problemi.


Donald Trump ha lasciato il Walter Reed Military Hospital a bordo di un SUV blindato, dove è ricoverato in ospedale per Covid-19, per una breve visita a sorpresa alle dozzine di fan che hanno assistito all’esterno dell’edificio da venerdì, dopo che i medici hanno si aspettava le sue possibili dimissioni lunedì se continua a migliorare. Una visita annunciata pochi minuti prima in un nuovo video postato su Twitter, in cui ringraziava i suoi sostenitori fuori dall’ospedale, “grandi patrioti con le bandiere che portano il mio nome, che amano il nostro Paese”.
Nella clip il presidente afferma inoltre di aver appreso la lezione del coronavirus sulla sua pelle, alla scuola di vita. Ma non sembra, a giudicare dalla sua ultima mossa, che abbia scatenato un alveare di polemiche e critiche, essendo un paziente ancora ricoverato e avendo messo in pericolo la salute degli agenti dei servizi segreti che lo accompagnavano. Trump si è seduto nella parte posteriore della macchina indossando la maschera e ha salutato i fan dai finestrini che lo hanno acclamato con bandiere e applausi. Un walkabout per mantenere viva la sua campagna elettorale ma che gli costerà altre accuse di cinismo e irresponsabilità. Addebiti che si aggiungeranno a quelli per nascondere il risultato positivo del primo test Covid, come rivelano alcuni media americani.

READ  Taiwan: una ragazza decolla con un aquilone, illesa - Last Hour

Trump, Wsj: “Sapeva già di essere positivo giovedì pomeriggio”

Il presidente ha ricevuto il primo risultato di un test rapido giovedì prima di apparire su Fox, dove non ha detto nulla, confermando semplicemente che una delle persone a lui più vicine, Hope Hicks, era stata infettata e stava aspettando il risultato del tampone la sera o il giorno successivo. Poi ha annunciato la positività su Twitter intorno all’una di venerdì sera. Trump aveva chiesto il silenzio al suo primo test, tanto che persino il suo leader della campagna, Bill Stepien, non sapeva che Hope Hicks era risultata positiva giovedì mattina.

Nel frattempo, il ministro della Giustizia americano William Barr ha eseguito da venerdì quattro test Covid, tutti negativi, ma ha deciso di autoisolarsi per precauzione dopo che il presidente Donald Trump e altri parlamentari e aiutanti sono stati infettati. Lo ha riferito un portavoce.

video

Ultimo aggiornamento: 07:43


© RIPRODUZIONE RISERVATA

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *