‘Non dovremmo tenerlo piccolo’

‘Non dovremmo tenerlo piccolo’

‘Non dovremmo tenerlo piccolo’
Gioia a Xavi Simons

Calcio NOSTRO

  • Aaron Golub

    segue il PSV per conto di NOS Sport

  • Aaron Golub

    segue il PSV per conto di NOS Sport

“Ronald Koeman deve costruire Orange intorno a Xavi Simons.” È stato circa tre mesi fa a tavola con Calcio in studio Messaggio di Rafael van der Vaart all’allenatore della nazionale. Koeman, a sua volta, ha recentemente risposto allo stesso tavolo: “Pensavo fosse esagerato mettere questa carta al collo di qualcuno”.

Nonostante il 20enne giocatore del PSV, che stasera giocherà la finale di coppa contro l’Ajax con la squadra di Eindhoven (calcio d’inizio ore 18), abbia giocato solo tre volte con la nazionale olandese, la discussione sul suo potenziale, che non è nuovo, è alimentato dalle sue prestazioni impressionanti nella sua prima stagione in Premier League.

“Di questi tempi, gli allenatori tendono a essere riservati a giocatori speciali”, osserva Van der Vaart. “Frenkie de Jong è stato il nostro ultimo vero successo, ma è stato tanto tempo fa”.

Koeman: “Simons gioca senza limiti, all’Ajax non si vede”

“Koeman deve assicurarsi di essere l’uomo decisivo in un grande torneo in pochi anni, e quel processo sta già iniziando ora. So come spesso accade. Se non funziona per un po’, diciamo velocemente: ‘Il suo il tempo verrà.’ No, devi fare affidamento su di lui per poi poter costruire attorno a lui”, sostiene l’internazionale 109 volte.

Gavi e Pedro

“In Spagna Gavi e Pedri giocano anche quando non sono del tutto in forma, anche nei tornei importanti. Hanno 18 e 20 anni. E poi tutti dicono che stanno molto meglio, ma mi piacerebbe vedere che secondo me Simons, solo come Pedri e Gavi, puoi giocare nel centrocampo del Barcellona”.

Xavi Simons, dal punto di vista delle statistiche, assomiglia di più a Gavi e Pedri quando si tratta di dribbling, anche se Simons dribbla ancora più spesso in Premier League (116) rispetto ai due talenti del Barcellona messi insieme (102) nella Liga. Inoltre, i dribbling di Simons hanno successo più della metà delle volte.

Dribbling e gol

“All’Orange, Frenkie de Jong dovrebbe ora spingere la palla in avanti da dietro, fornire il cross e preferibilmente anche un colpo di testa nella palla stessa”, si fa beffe Van der Vaart. “Simons potrebbe alleviare un po’ la pressione sulle sue spalle se potesse essere creativo tra le righe”.

Con 15 gol e 8 assist in Premier League, Jamal Musiala (Bayern Monaco), 20 anni, è l’unico ad esserci andato vicino. Ha segnato 11 gol in Bundesliga e fornito 9 assist. Principalmente come centrocampista, ma occasionalmente dalla fascia sinistra.

  • ProShot

    Jamal Musiala segna per Bayern Monaco
  • ProShot

    Xavi Simons segna durante PSV-Ajax

Se aggiungiamo tutte le età a questo elenco, il ritorno di Simons si avvicina a un numero di super talenti leggermente più anziani. Pensiamo a Bukayo Saka (13 gol, 11 assist), Randal Kolo Muani (13 gol, 10 assist) e Kylian Mbappé (22 gol, 4 assist).

Il campionato olandese non è una Premier League o una Bundesliga in termini di livello, ma i dati di Simons mostrano che può misurarsi in questa stagione – con giocatori relativamente meno bravi intorno a lui – con i suoi colleghi all’estero.

Il prossimo passo

La domanda è come Simons continuerà il suo burrascoso sviluppo in futuro. Una cosa sembra chiara per Van der Vaart. “Deve restare al PSV e giocare tanto. Nessun altro club costruirà una squadra attorno a lui, come avviene attualmente a Eindhoven. In un’altra stagione potrà dimostrarlo ancora, perché ora deve fare tanto ore di volo effettuate in questa fase del suo sviluppo.”

L’ex centrocampista ritiene che non avrà un effetto positivo sul suo sviluppo se trascorrerà molto tempo in panchina all’estero. “La prossima stagione deve dimostrare di poter portare la squadra. Al PSV è fortunato a saperlo. Se lo farà, Simons sarà pronto per un grande club all’estero e non finirà solo in panchina”.

“Penso che potrebbe non aver sempre fatto le scelte migliori in passato perché potrebbe essere stato impaziente”, continua Van der Vaart. “Credo che abbia imparato molto al Barcellona e al PSG, ma su questo non bisogna soffermarsi troppo. Adesso prende subito per mano il PSV nella sua prima stagione. È stata una scelta perfetta”.

“Sta recuperando molto se si guarda a quello che hanno già fatto Gavi e Pedri alla loro età, per esempio. Secondo me, Simons può andare molto, molto lontano”, ha detto l’ex giocatore dell’Ajax, Hamburger SV, Real Madrid e Tottenham Hotspur.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *