Padre grida al figlio presidente dello stadio a 1500 m d’oro: ‘È mio figlio, il campione del mondo’ |  Mondiali di atletica leggera

Padre grida al figlio presidente dello stadio a 1500 m d’oro: ‘È mio figlio, il campione del mondo’ | Mondiali di atletica leggera

Mondiali di atletica leggeraIl britannico Jake Wightman ha vinto a sorpresa il titolo mondiale dei 1500 metri. Ha preso il comando della finale a circa 250 metri dal traguardo e non ha fatto passare nessuno. Il suo 3.29.23 è stato l’anno migliore del mondo.

Wightman ha anche battuto il fenomeno delle corse norvegesi Jakob Ingebrigtsen. L’unico campione olimpico di 21 anni non è riuscito a fermare Wightman e ha tagliato il traguardo secondo in 3.29.47. Lo spagnolo Mohamed Katir è arrivato terzo in 3.29.90.

La vittoria di Wightman all’Hayward Field ha ricevuto un notevole tocco in più, poiché il padre di Wightman ha agito come oratore dello stadio. Geoff Wightman gridò a suo figlio attraverso gli altoparlanti dorati. “Jake Wightman ha appena corso la gara della sua vita, ha urlato Wightman senior nel microfono. È mio figlio. Lo sto allenando ed è un campione del mondo”.


Il numero del re campione del mondo manca negli ultimi 200 metri

La finale dei 200 metri ai Mondiali di atletica leggera di Eugene deve fare a meno del campione del mondo dei 100 metri. L’americano Fred Kerley è stato eliminato in semifinale. È arrivato sesto nella sua batteria con il tempo di 20.68.

READ  Hamelin Prog: 40° trionfo di Coppa per le donne alla Gut. Goggia 8ª, Melesi sesta - La Gazzetta dello Sport

Kerley sembrava ferita per tutto il tratto. ,,Ho sentito un piccolo crampo, ma va bene”, ha detto il velocista 27enne subito dopo la gara. ,,Non sono infortunato e potrò correre la staffetta 4×100.

Tuttavia, tre americani si sono qualificati come i più veloci per la finale di giovedì. Il campione in carica Noah Lyles ha segnato 19.62, il diciottenne Erriyon Knighton ha corso 19.77 e Kenneth Bednarek ha segnato 19.84.

Fred Kerley è deluso dai suoi 200 metri.  Non arriva in finale.

Fred Kerley è deluso dai suoi 200 metri. Non arriva in finale. ©AP

Fraser-Pryce nella finale dei 200 metri

Per quanto riguarda le donne, i giamaicani sono stati all’altezza del loro status di favoriti. Shericka Jackson, che ha vinto l’argento nei 100 metri, ha corso i 200 metri più veloci a 21.67. Shelly-Ann Fraser-Pryce, che ha vinto per la quinta volta il titolo mondiale a Eugene nei 100 metriha registrato il secondo miglior tempo con 21.82.

Record del campionato dei 400 metri a ostacoli

La brasiliana Alison dos Santos ha vinto l’oro nei 400 ostacoli con un record del campionato di 46.29. Il campione olimpico norvegese e detentore del record mondiale Karsten Warholm è stato il primo a uscire dalla curva verso il traguardo dopo 300 metri, ma è crollato negli ultimi metri e ha tagliato il traguardo solo in 48.42 al settimo posto.

Alison dos Santos è la nuova campionessa del mondo nei 400 m ostacoli.

Alison dos Santos è la nuova campionessa del mondo nei 400 m ostacoli. © ANP/EPA

Medaglia d’oro australiana nel salto in alto

L’australiana Eleanor Patterson ha vinto il titolo mondiale di salto in alto con 2,02 metri. Lo sloveno Kristjan Ceh ha vinto l’oro nel lancio del disco con 71.13.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *